Il Foggia gioca male ma vince: a Melfi la decide Agnelli

agnelli
Tempo di lettura: 2 minuti

Chi è abituato a gustarsi le prestazioni del Foggia di De Zerbi, nota quasi sempre i rossoneri in costante proiezione offensiva e padroni del possesso palla. Invece il Foggia visto oggi a Melfi ne è uscito vittorioso rinunciando totalmente a giocare nella ripresa. Bravi anche i padroni di casa a pressare continuamente i satanelli e a provocare molti grattacapi alla difesa ospite.

La gara racconta di un primo tempo ben giocato dai rossoneri, che hanno realizzato il gol decisivo al 18′ con Agnelli dopo una bella incursione del neoacquisto Arcidiacono (esordio dal primo minuto per lui), sciupando poi qualche altra buona occasione per il raddoppio. Nella ripresa invece, la gara cambia volto: il Melfi diventa padrone del campo, soprattutto dopo il curioso e inedito cambio realizzato da De Zerbi al 60′, quando ha inserito Lanzaro per Arcidiacono dando quindi il segnale di volersi chiudere agli avversari, i quali da quel momento in poi hanno iniziato a spingere incessantemente alla ricerca del gol del pari. Incredibile come i rossoneri non siano riusciti in tutta la seconda frazione a creare alcuna azione pericolosa per mettere in difficoltà la retroguardia di casa, con i soli Sarno e Chiricò sovrastati dalle le maglie gialloverdi. I lucani sono andati più volte vicini al pari con delle conclusioni di Maimone, Petricciuolo, Herrera e Longo, tutte però risultate imprecise. A nulla sono serviti gli sforzi degli uomini di Ugolotti (allontanato nel primo tempo dal direttore di gara), che dopo 3 minuti di recupero, devono arrendersi e concedere i tre punti al Foggia.

Forse la vittoria più preziosa per i satanelli, sia per la difficoltà della trasferta, sia per il modo in cui si era messa la gara. Resta da capire l’inedita sostituzione di De Zerbi, che mai ha schierato la difesa a 5 nell’ultima mezz’ora di gara. Il risultato alla fine gli dà ragione, ma rinunciare a giocare è parecchio rischioso per una squadra che punta al vertice. Con questa vittoria comunque, il Foggia è attualmente primo in classifica, in attesa del risultato della Casertana impegnata domani nella trasferta di Matera.

Fonte – Foggia.iamcalcio.it

Lascia un commento

9
Lascia un commento

Please Login to comment
9 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
6 Comment authors
LudovicoippotomasMauromaurizio67Brian Recent comment authors

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
nuovi vecchi più votati
Notifica di
Cuore Rossonero
Ospite
Cuore Rossonero

Non scherziamo siamo La CAPOLISTA almeno per un giorno !!! Nessuna critica oggi…
L’anno scorso su questi campi perdevamo, quindi bando alle ciance e Forza Foggia !!!
Meglio cinici e brutti con 3 punti in più che belli e inconcludenti con 2 punti in meno ….Benevento DOCET !!!

Brian
Ospite
Brian

infatti e poi non è detto che segnavamo… vista la gara contro il benevento… se si mettono pure gli arbitri a sto punto meglio evitae di subirlo difendendo ( come fece la salernitana (o il benevento) l’anno scorso) piuttosto che scoprirci troppo :7

maurizio67
Ospite
maurizio67

La vittoria più sofferta è sempre quella più gradita!!!
Avanti così!!!

Mauro
Ospite
Mauro

Per dare un segnale forte e decisivo che stronchi ogni velleità altrui, si dovrebbe vincere col Matera e poi a Lecce sciorinando il meglio mai visto sino ad ora. Magari con la riesplosione di Iemmello, supportato da quella di Floriano. Che gli Dei siano sempre vicini al Foggia di De Zerbi. Forza Foggia

Mauro
Ospite
Mauro

Comunque ci godiamo sto momento guardando dall’alto tutte le squadre di quei beduini campani! Benevento Caserta e Stabia, rosicate gente beduina, rosicate che d’ora in poi prenderete solo legnate. Che bello è…lalalalalalala….lalalalalalala….scompare la campania!

ippotomas
Ospite
ippotomas

Io la polemica per la partita di Melfi non la capisco proprio. Come si poteva pretendere che giocassimo su quel campo alla nostra maniera. Sembrava di stare sulla spiaggia, con il pallone che ballava a destra e sinistra. Il Melfi è abituato a buttare avanti il pallone e sperare nella mischia o in qualche rimpallo favorevole. Del resto, il fatto che lo scorso anno abbiamo perso mi sembra più che abbastanza per gioire della vittoria. Forse De Zerbi esagera a lamentarsi con i giornalisti, ma se servono a creare un nemico contro cui unire la squadra, va bene così.Adesso concentriamoci… Leggi altro »

maurizio67
Ospite
maurizio67

Condivido le parole di De Zerbi.
Agnelli segna il rigore a Catanzaro ed era un rigorista…lo sbaglia col Benevento e non sa battere i rigori…segna a Melfi ed è un eroe!!!
Faccio l’esempio del Capitano perché è quello con le “spalle” più grosse e riesce a sopportare la pressione!!!
Valutando i calciatori su tutte le prestazioni, ci accorgeremmo dell’altissimo rendimento di tutti e 23!!!
Forza Foggia!!!

Ludovico
Ospite
Ludovico

Avete sentito ieri sera Di Bari ? La società è indispettita perchè nonostante quello che stanno facendo continuano ad esserci gufi e personaggi vari che “scientificamente” criticano a prescindere…e questo non è bello!!!… giornalisti, opinionisti o presunti tali che cmq trovano da ridire sul passaggio sbagliato e sul gol mancato di quello o di quell’altro…Nel nostro piccolo anche qui ne abbiamo visti e letti di commenti abbastanza fuori luogo nei tempi andati, anche se ultimamente la gufaggine si va lentamente diradando…E vorrei ben vedere… visto che siamo in testa alla classifica !!!I piedi per terra bisogna sempre averli ma bisogna… Leggi altro »

Ludovico
Ospite
Ludovico

Impariamo ad essere sempre più cinici partita dopo partita e vedrete che il traguardo lo raggiungeremo davanti a tutti.Siamo una squadra che fa risultato passando attraverso il gioco che imponiamo alle nostre avversarie prepotentemente…..se impareremo, quando siamo in vantaggio, anche a difenderci attendendo gli avversari e agendo in ripartenza senza farci prendere dal panico..allora state certi che saremo diventati veramente la corazzata della lega pro…Già abbiamo la difesa meno battuta, già contiamo di elementi di eccellenza in difesa, abbiamo solo da imparare a non andare in affanno e a gestire il pallone con tranquillità quando siamo in vantaggio…In quei momenti… Leggi altro »