Mazzeo: “Mantenere questa umiltà per raggiungere i risultati”

Tempo di lettura: 2 minuti

Ha parlato poco fa in conferenza stampa l’attaccante rossonero Fabio Mazzeo, autore delle due reti che hanno permesso al Foggia di espugnare Messina nell’ultima uscita di campionato. Queste le sua parole:

E’ stato un inizio ottimo, mi sono ambientato bene. E’ come se già conoscessi tutti da tanto tempo. Spero di continuare così. Sappiamo tutti però che non abbiamo fatto ancora niente, dobbiamo fare tanto per continuare la nostra striscia positiva. Un inizio così? Nel mio primo anno a Perugia iniziai subito molto bene, ero ragazzino e feci bene subito.

MESSINA – Il primo gol a Messina è frutto di una nostra classica azione, ho anticipato il difensore sul cross di Angelo e l’ho messa dentro. Sul secondo la palla vagava in area, mi sono buttato e sono riuscito ad anticipare il difensore e a tu per tu con il portiere ed è stato facile segnare. Credo che il secondo sia quello che più mi identifica. Ho fatto un po’ tutti i ruoli in attacco nella mia carriera, quindi riesco ad adattarmi bene ovunque.

DERBY – Con il Taranto sappiamo che è un derby e che sarà una partita dura. Verranno qua a fare la partita della vita come tutte. E’ sempre brutto giocare a porte chiuse, soprattutto qui a Foggia dove c’è un pubblico bellissimo. Ho visto una sola partita del Taranto quest’anno, è una squadra giovane con qualche giocatore d’esperienza. Dobbiamo prepararla come già fatto nelle altre partite, con qualche accorgimento tattico riguardante il Taranto, ma con molta serenità soprattutto. Dobbiamo fare la nostra partita e pensare solo a noi stessi, faremo una partita aggressiva come al solito, fatta di cattiveria agonistica. Eravamo un po’ in affanno per via delle partite ravvicinate, ma credo che riusciremo a recuperare un po’ tutti. Bisogna mantenere l’umiltà avuta fino ad oggi, solo con il lavoro possiamo raggiungere risultati importanti, dobbiamo essere bravi a restare più in alto possibile fino alla fine per poi giocarci lo sprint finale.

IEMMELLO – Non penso a chi c’è stato prima di me. Iemmello è stato un grande attaccante qui, ma io non ci penso, la vivo con molto entusiasmo questa esperienza. Il rapporto con la città è ottimo, ho preso casa con la mia famiglia. Foggia è una signora piazza che merita un’altra categoria. Spero vada sempre meglio. Il bello del calcio è anche questo, cioè che tutte le annate ti portano a vivere nuove esperienze, a conoscere persone nuove.

STROPPA – Stroppa mi sembra un allenatore molto preparato e prepara benissimo le partite. Sa dare equilibrio a questa squadra che ne aveva bisogno secondo me, sa trovare i pregi e i difetti delle avversarie. Il leader? Credo debba essere il gruppo. Ci sono tanti giocatori forti, se tutti ci facciamo trovare pronti, è più facile raggiungere i risultati. Ci saranno difficoltà in tantissime partite. Superando queste, uscirà fuori il nostro vero carattere. Il gruppo, l’ambiente, l’organizzazione, è il meglio che potevo trovare. Ma già sapevo, avevamo parlato molto durante l’estate.

Fonte – Foggia.iamcalcio.it

Lascia un commento

Lascia un commento

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notifica di