Stroppa: “Pagata inizialmente la loro aggressività. Bravi a crederci”

Tempo di lettura: 1 minuto

Le parole di Stroppa in conferenza stampa dopo Matera-Foggia:

All’inizio abbiamo pagato l’aggressività del Matera, non ci ha permesso di giocare dal basso. Qualche volte siamo riusciti ad eluderli non concretizzando dei contropiedi importanti. Nel secondo tempo, pur non creando grosse occasioni, comunque abbiamo avanzato il nostro baricentro. Con l’ingresso degli attaccanti ci abbiamo creduto, e siamo stati anche fortunati. Non era facile, faccio i complimenti ai ragazzi. Di fronte a una classifica così e al Matera visto oggi, è sicuramente un risultato importante. Il Matera ha giocato molto alto e non ci ha concesso il palleggio. Ho messo Riverola perché volevo palleggio lì davanti, non è stata una scelta dettata dal ruolo. L’approccio mentale non credo sia stato sbagliato, dovevamo trovare un’alternativa a quello che poi si è verificato in campo. Siamo stati forse un po’ frastornati da questo inizio forte del Matera. Forse ci sono mancati un po’ di centimetri, perché l’ingresso di Padovan ci ha permesso fisicamente di tenere più botta. Nel primo quarto d’ora il Matera è stato superiore a livello fisico rispetto a noi, non lo è stato invece nella seconda parte del primo tempo e nel secondo tempo. Letizia sicuramente avrà spazio come ha avuto fin qui, stessa cosa per Maza e Padovan. Il valore aggiunto fino ad oggi sono sempre stati i ragazzi subentrati o quelli che hanno giocato di meno. Hanno la mia massima considerazione. Sul palleggio e sulla possibilità di giocare, potrei anche dire che non è giusto il pareggio. Ma sulle occasioni non mi sembra abbiamo sofferto molto. Per loro una traversa e un contropiede sventato all’ultimo su Iannini, per noi Agnelli davanti alla porta. Sotto questo aspetto è un pareggio sicuramente meritato. Sicuramente il Matera è la squadra che più ci ha messo in difficoltà.

Fonte – Foggia.iamcalcio.it

Lascia un commento

Lascia un commento

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notifica di