Lega Pro Lecce-Foggia 0-0. Tante emozioni ma reti inviolate

lecce fg
Tempo di lettura: 2 minuti

Il big match del girone C termina senza vinti né vincitori: entrambe le squadre agganciano il Matera al secondo posto

Termina a reti inviolate l’attesissimo derby di Lega Pro tra Lecce e Foggia. Davanti ai 17.254 spettatori del Via del Mare, il risultato non si è sbloccato dallo 0-0 iniziale, anche se le emozioni non sono di certo mancate sul rettangolo di gioco: si registra anche un legno per parte, Rubin per il Foggia, Mancosu per il Lecce. La classifica, aggiornata con un punto a testa, quindi, vede entrambe le squadre agganciare il Matera, in seconda posizione a quota 24. La Juve Stabia, quindi, resta al comando della classifica, a quota 25 punti.

PRIMO TEMPO – Prima frazione gradevole e ricca di occasioni. E il buongiorno si vede dal mattino: al 5′ il Foggia colpisce un legno con Rubin che, su assist di Agnelli, lascia partire una conclusione al volo di sinistro che impatta sulla traversa. Il Lecce si fa vedere a sua volta al 20′, andando vicino al gol con Caturano che non arriva di un soffio sul suggerimento di Lepore. Alla mezzora, ancora Lecce: Mancosu serve Torromino che spara alto, al termine di un’azione ben orcehestrata. Poco dopo (32′) ci prova ancora una volta Caturano che al 38′ ha un’occasionissima, ritrovandosi a tu per tu con Sanchez al termine di una rapida ripartenza: il portiere para. Ancora Caturano nel finale: palla di poco fuori.

SECONDO TEMPO – Nella seconda frazione di gioco, il primo pericolo arriva dal piede di Agnelli che spara a rete da dentro l’area: la difesa mura la conclusione. Al 17′ si pareggia il conteggio dei legni, con la botta alla distanza scoccata da Mancosu che va a scheggiare il palo avversario. Il Foggia affida la replica a Chiricò: palla a girare uscita di un nulla. Nel finale, ancora emozioni. Dapprima il Foggia sfiora il vantaggio: Giosa arriva al momento giusto per anticipare Sarno che avrebbe battuto a botta sicura. Al 43′ Agnelli spara male da buona posizione, mentre un minuto dopo Sarno non arriva di un soffio sul pallone messo dentro da Maza.

Fonte – Corrieredellosport.it

Lascia un commento

4
Lascia un commento

Please Login to comment
3 Comment threads
1 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
3 Comment authors
MassimoAntonio Milanofabio Recent comment authors

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
nuovi vecchi più votati
Notifica di
fabio
Membro

Partita di fine stagione 0-0 …. potevano giocare fino a domani nulla sarebbe cambiato. In 90 minuti due tiri in porta tra le due prima in classifica sono poca cosa. Peccato aver regalato un uomo per 75 minuti “Mazzeo” e Agnelli davvero impresentabile…. Chissa quando capiterà un altra occasione come questa. Il lecce di questa sera davvero poca cosa… abbiamo perso 2 punti. Con questa mentalità non andiamo da nessuna parte. Con i 3 punti a partita il pareggio vale 1 punto……. Stroppa mi sa che non sa ancora cosa ha nelle mani …. continuando a fare giocare Mazzeo sulla… Leggi altro »

Antonio Milano
Membro
Antonio Milano

Sono assolutamente d’accordo

Massimo
Membro
Massimo

Pareggio d’oro come quello a Matera. Però non riusciamo mai ad imprimere la marcia decisiva….Le altre giocheranno tra di loro mentre noi dopo il Catania abbiamo sulla carta le partite che possono farci prendere il largo. Urge acquistare un forte attaccante oppure far giocare Mazzeo centrale e Padovan, stasera nullo, in panchina. Sanchez stasera si è riscattato. Finiamola di dire che Vacca andrà via a gennaio, se dovesse essere con quei soldi ricavati, poco poco deve venire un attaccante tipo Nestorowsky o giù di lì.

Massimo
Membro
Massimo

Insomma uno alla Iemmello e chissà che non ritorni proprio Re Pietro in prestito per sei mesi.