Akragas, serve un miracolo: oggi si “liberano” i giocatori

Akragas logoufficiale
Reading Time: < 1 minute

Le parole di ieri di Silvio Alessi hanno fatto tremare un’intera Città. L’Akragas ridurrà drasticamente il budget per concludere la stagione di Lega Pro, ergo venderà tutti i suoi pezzi pregiati per far cassa. Una notizia che porta a conclusione un iter iniziato mesi fa con le dimissioni a scadenza del patron Giavarini.

In questi mesi solo chiacchiere. La cordata di imprenditori romani, unica interessata all’acquisizione del Gigante, non ha mai accelerato la trattativa. Alessi, addirittura, ha affermato sempre ieri che non si è mai fatta avanti. Notizia smentita dal promotore della stessa, l’Assessore allo Sport Giovanni Amico, che ha invece confermato l’interesse  senza trovare risvolti in Tirri e Giavarini, colpevoli di non aver inviato per intero i libri contabili. Una matassa difficile da sbrogliare che pesa su un sogno biancazzurro, chiamato Lega Pro, quasi alla fine.

Oggi è il giorno delle ufficialità. O arriva un miracolo o l’Akragas libererà i suoi gioielli, terminando il campionato con la formazione Berretti. La squadra si allenerà il pomeriggio allo Stadio Esseneto. Lì i giocatori per la prima volta verranno messi a conoscenza di tutto. Chi di competenza confermerà i problemi societari lasciandoli liberi. Uno scenario che metterà ufficialmente fine alla stagione del Gigante.

L’unica salvezza potrebbe essere o un ripensamento dell’attuale dirigenza o un avanzamento prepotente da parte di qualche cordata o imprenditore. In poche parole serve un miracolo.

Fonte – Agrigento.iamcalcio.it

Lascia un commento
Subscribe
Notifica di

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Comment
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
fabio
3 Anni fa

Chissà perche si disperano tanto ad Agrigento. Il max che gli possa succedere sarete ripescati a giugno, come ormai succede da anni. Altrimenti se manca il quorum non possono formare i gironi. E noi del foggia ne sappiamo qualcosa vero? Questo non è calcio e nemmeno sport. Quanto non ci sono regolamenti seri questo ci tocca. Incredibile la serie A. Inizio girone di ritorno già ci sono le tre squadre retrocesse. Che schifo. Cioè non ci sta piu lotta. Ecco perchè gli stadi italiani sono sempre vuoti. Che tristezza. Continuate a tenere la serie A con 20 squadre, continuate a… Leggi altro »