Lega Pro, la Top 11 della 28^ giornata

Tempo di lettura: 2 minuti

Sono sessanta i punti dell’Alessandria nel girone A della Lega Pro: i grigi, costretti al pareggio dalla Pistoiese nel giorno del debutto del nuovo allenatore degli arancioni Atzori, sono ora tallonati sempre più dalla Cremonese, che ha vinto a Olbia e ha ridotto il distacco a soli 4 punti. Brutta sconfitta interna per il Livorno, la seconda di fila in casa: gli amaranto sono stati piegati dal Siena per 2-0. Debutto infausto di mister Firicano alla Carrarese: i marmiferi perdono a Meda col Renate.

Non perde un colpo il Venezia di Pippo Inzaghi: si impone per 4-1 a Teramo e nel girone B lascia dietro di sé le inseguitrici. Il Parma è stato bloccato dal Forlì sull’1-1 ed è a -5 dalla vetta. Pareggio tra Reggiana e Padova, con i patavini che recriminano per un rigore prima assegnato e poi cancellato, e per altre occasioni non concretizzate nella ripresa. Parte male mister Bertotto alla guida del Bassano: il Mantova ha vinto allo stadio Mercante. Torna a credere alla salvezza il Fano, che non è più lontano dalla zona play-out. Sambenedettese straripante col Sudtirol, con Mancuso autore di quattro reti.

Cambia la capolista del girone C: ora è il Foggia, bravo ad approfittare della precedente sconfitta in cui era incappato il Lecce poche ore prima: i satanelli hanno battuto la Juve Stabia con gol su rigore di Mazzeo, scavalcando i giallorossi che avevano perduto a Francavilla Fontana. Quinto ko di fila per il Matera, mentre la sorpresa la compie il Melfi, che risorge improvvisamente vincendo a Catania per 2-0. All’ultimo posto ora c’è la Vibonese, superata nettamente sul piano del punteggio a Siracusa.

PORTIERE
Francesco Forte (Maceratese): neutralizza il penalty calciato da Casiraghi regalando un prezioso punto ai suoi.

DIFENSORI
Daniele Donnarumma (Mantova): realizza un gol importantissimo che vale tre punti nella trasferta di Bassano del Grappa.
Marco Turati (Siracusa): mette a segno la marcatura che permette ai siciliani di chiudere la contesa con la Vibonese.
Ivan De Santis (Paganese): il classe ’97 trova il primo gol tra i professionisti permettendo alla compagine azzurostellata di evitare il ko con il Cosenza.
Diego Vannucci (Renate): una prestazione maiuscola dell’ex Carrarese il quale conferisce spinta in attacco senza concedere spazi in difesa.

CENTROCAMPISTI
Nicola Madonna (Padova): prestazione maiuscola del dinamico esterno ex Albinoleffe, un incubo per la difesa della Reggiana
Mario Prezioso (Virtus Francavilla): il giovane centrocampista scuola Napoli realizza un gol importante che permette ai pugliesi di sbloccare il derby con il Lecce.
Antony Taugourdeau (Piacenza): apre e chiude le marcature nel poker rifilato al Tuttocuoio in trasferta.

ATTACCANTI
Claudio Santini (Pontedera): sblocca il risultato dopo meno di sessanta secondi, ripetendosi poi al 20’. Una doppietta che vale oro nell’exploit in casa della Lupa Roma.
Fabio Mazzeo (Foggia): decide lo scontro diretto con la Juve Stabia regalando la vetta ai suoi con un classico colpo da bomber.
Leonardo Mancuso (Sambenedettese): si regala una domenica da favola siglando un poker nella vittoria sul Sudtirol che permette alla formazione rossoblu di restare saldamente in zona play-off.

ALLENATORE
Filippo Inzaghi (Venezia): la sua squadra continua a vincere. Lo fa anche a Teramo grazie ad una prestazione perfetta. I lagunari si confermano meritatamente in vetta, grazie alla qualità dell’organico ma anche attraverso il lavoro del suo allenatore.

Fonte – Tuttomercatoweb.com

Lascia un commento

1
Lascia un commento

Please Login to comment
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Ludovico Recent comment authors

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
nuovi vecchi più votati
Notifica di
Ludovico
Membro
Ludovico

Lunedi’ sera giocheremo con i risultati della giornata già acquisiti.
Anche questa settimana vi dico che se il Catania riesce a pareggiare o addirittura a vincere in quel di Lecce, cosa che non escluderei a priori, a Monopoli il pari ci va benissimo e possiamo portarcelo a casa con grande serenità
Adesso l’onere di inseguire e fare risultato a tutti i costi non lo abbiamo più noi, ma gli uomini di Lilino…… e adesso vedremo come sapranno gestire la pressione.