Top & Flop di Catania-Foggia

Tempo di lettura: 2 minuti

Termina con il risultato di 0-1 il match del “Massimino” tra Catania e Foggia. Nel primo tempo non succede nulla o quasi: l’unica azione degna di nota avviene al 32’ quando Di Piazza, imbeccato magistralmente da Coletti, non riesce ad inquadrare la porta da posizione molto favorevole. Nella ripresa le cose si mettono subito in salita per i padroni di casa: punizione tesa di Chiricò verso il centro dell’area piccola, nuca di Gil e palla in fondo al sacco. Gli etnei provano una timida reazione e vanno vicini al pari al 75’ con Bergamelli che manda la palla sulla traversa col tacco. Un minuto prima Di Piazza aveva sciupato un’altra colossale occasione su assist perfetto di Gerbo. Al 79’ doppia occasione per i siciliani che ci provano prima con Russotto, poi con Di Grazia, ma la sfera non entra. Arrembaggio finale dei padroni di casa che non serve a nulla: il risultato resta invariato.
Vittoria importantissima e storica dei rossoneri che espugnano il “Massimino” e congelano il vantaggio di quattro punti maturato sul Lecce già dalla scorsa giornata, portandosi a quota 68 punti. Buio pesto per il Catania di mister Pulvirenti che inanella la quarta sconfitta consecutiva e resta dodicesimo in classifica con 39 punti.
Andiamo a vedere i top & flop del match:

TOP

Russotto (Catania): In una squadra abulica e senza grandi idee è lui quello che prova maggiormente ad impensierire la difesa ospite. Quando cambia marcia fa la differenza: mette dentro palloni al veleno e al 79’ impegna seriamente Guarna con una conclusione potente. LUCE NEL BUIO

La difesa del Foggia: Gli etnei non fanno molto per impensierire la retroguardia rossonera, ma il reparto arretrato di mister Stroppa svolge bene il suo dovere chiudendo i varchi e lasciando ai rossoazzurri le briciole. ARCIGNI

FLOP

Gil (Catania): Prestazione macchiata dalla sfortunata deviazione di nuca in occasione del vantaggio rossonero. La prossima volta ci penserà più di una volta prima di saltare alla cieca in area senza guardare la sfera. SFORTUNATO

Di Piazza (Foggia): L’attaccante rossonero ha due occasioni importantissime per far gol, una per tempo. Poca freddezza e imprecisione, tuttavia, gli impediscono di entrare nel tabellino dei marcatori. SPRECONE

Fonte – Tuttolegapro.com

Lascia un commento

2
Lascia un commento

Please Login to comment
2 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
2 Comment authors
MassimoCuore Rossonero Recent comment authors

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
nuovi vecchi più votati
Notifica di
Cuore Rossonero
Membro
Cuore Rossonero

Quando arrivano i 3 punti ogni giudizio sui singoli va sospeso. Non si può condannare questo o quello quando dopo 20 anni a spalare m.e.r.d.a. questi ragazzi e questa società, stanno iniziando a farci vedere la luce alla fine del tunnel !!! La vittoria oggi ha un sapore OLIMPICO !!! Espugnamo Catania per la prima volta nella storia e diamo una mazzata psicologica tremenda ai leccesi che ci davano per spacciati al Massimino. Per me poteva segnare anche l’arbitro di mano e in fuorigioco….mi sarebbe andata ugualmente di lusso, ……mentre abbiamo vinto per una “botta di c.u.l.o.” sulla punizione di… Leggi altro »

Massimo
Membro
Massimo

Si, ma Maza è un cessacchione matricolato logato DE Zerbi il Barista. Chissà quanti caffè starà facendo in quel di Brescia…s’ facev pur a mandnè… robbertin…ma fà n’gul tu e mammin…è il caso di dire. Da quando i dezerbiani sono andati a sparire è risorto il Foggia! Micale e Narciso (due bidoni) Di Chiara (è andato via senza salutare) Angelo (la difesa non la conosce) Quinto ( andava a tre all’ora) Empereur (testone senza cervello) Maza ( stasera abbiamo visto quanto vale) Riverola (stendiamo un velo pietoso) Letizia (oggetto misterioso) Sarno (eterno incompiuto) Padovan (Cistone e due metri di pingonaggine)… Leggi altro »