Doppio Mazzeo e Di Piazza, il Foggia piazza la nona sinfonia: e la B si avvicina

casertana fg

Nona vittoria consecutiva per i rossoneri che eguagliano il record del Foggia di Pasquale Marino. Mazzeo apre in chiusura di primo tempo, in avvio di ripresa il raddoppio di Di Piazza. Chiude ancora il capocannoniere su rigore. Lecce ancora a -6

Un Foggia ancora implacabile, insaziabile, voglioso di andarsi a prendere la serie B. E il traguardo si avvicina ancora di più dopo il sacco di Caserta, dove la squadra di Tedesco soccombe a quella di Stroppa. Tre gol racchiusi tra la fine del primo tempo e il primo quarto d’ora della ripresa: protagonisti, tanto per cambiare, Fabio Mazzeo e Matteo Di Piazza. Il primo, autore di una doppietta che lo proietta in cima alla classifica cannonieri. Cannibale dell’area di rigore e assistman per il raddoppio dell’ex Akragas, al quinto sigillo stagionale. E sabato prossimo c’è già un piccolo matchpoint da sfruttare, se i rossoneri dovessero vincere e i leccesi capitolare in quel di Matera.

PRIMO TEMPO – Temperature miti, ma clima infuocato sugli spalti, dove il Foggia può contare sulla forza propulsiva degli 800 supporter venuti dalla Capitanata. I rossoneri partono bene col piglio di chi vuol sbloccarla quanto prima. In nove minuti si contano almeno tre occasioni significative per i satanelli. La Casertana vive di fiammate, creando qualche apprensione solo su calcio d’angolo. Il 4-3-1-2 di Tedesco riesce a creare problemi solo per vie centrali, dove Carriero è deputato a infastidire sistematicamente Vacca, che infatti fa fatica ad acquisire il magistero della costruzione del gioco che di conseguenza si sviluppa sulle corsie. Rubin a sinistra e Chiricò a destra sono le fastidiose spine nel fianco. Splendido l’assist con il quale l’ex Torino e Modena ispira la volee di Mazzeo sulla quale è attento Ginestra. L’appuntamento con il 17esimo centro stagionale viene solo posticipato alla fine del primo parziale. Perfetto lo stacco di testa con il quale l’ex Benevento anticipa tutti e fredda Ginestra, su un perfetto piazzato di Chiricò. Gol prezioso che arriva mentre a Lecce i salentini vincono già 2-0 nel derby col Taranto.

SECONDO TEMPO – Segnare in avvio di ripresa e mettere il punto esclamativo sull’incontro è ormai diventato un marchio di fabbrica per il Foggia. È soltanto il 3’ quando Di Piazza trova il corridoio per raccogliere la meravigliosa sponda di Mazzeo e segnare, grazie anche a un rimpallo fortunoso. Due a zero e i piani di Tedesco che vanno a farsi benedire. La strada del Foggia, già padrone del campo, è in discesa. Coletti coglie il secondo palo su punizione, mentre Ginestra e la difesa devono ricorrere agli straordinari per scongiurare il tracollo finale. Che puntualmente arriva su rigore ancora di Mazzeo, dopo un rigore procuratosi da Agnelli per fallo di Ginestra. I rossoneri possono gestire con un orecchio a Lecce e il pensiero al prossimo impegno con la Reggina allo Zaccheria. Per Stroppa c’è tempo anche per far riassaggiare il campo ad Angelo. Un rientro light e piuttosto felice. Il Foggia si avvicina ancora di più alla gloria.

CASERTANA (4-3-1-2) Ginestra; Finizio, Lorenzini, D’Alterio, Ramos; Magnino (13’st Cisotti), De Marco, Giorno; Carriero; Ciotola (14’st Orlando), Corado. A disposizione: Fontanelli, Simone, Diallo, Petricciuolo, Colli, Rainone, Taurino. All. Tedesco

FOGGIA (4-3-3) Guarna; Loiacono, Martinelli, Coletti, Rubin; Agnelli, Vacca, Deli (32’st Gerbo); Chiricò (23’st Angelo), Mazzeo, Di Piazza (20’st Sarno). A disposizione: Sanchez, Figliomeni, Sainz Maza, Tucci, Empereur, Sicurella, Dinielli, Pompilio, Martino, Faber. All. Stroppa

Arbitro: Piscopo di Imperia

Marcatori: 47’st Mazzeo (F), 3’st Di Piazza (F), 18’st rig. Mazzeo

Ammoniti: Martinelli (F), Finizio (C), Loiacono (F), Orlando (C)

Fonte – Foggiatoday.it

Commenti

commenti

Lascia un commento

1 Commento on "Doppio Mazzeo e Di Piazza, il Foggia piazza la nona sinfonia: e la B si avvicina"

  Subscribe  
nuovi vecchi più votati
Notifica di
paul84fg
Membro

Caro antonio simone…. se sabato vinciamo contro la reggina e il lecce perde a matera è fatta….. bisogna solo crederci….