Lega Pro, la Top 11 della 34^ giornata

Agnelli Narciso

Si è ridotto davvero all’osso il vantaggio dell’Alessandria capolista del girone A sulla Cremonese: i grigi sono stati raggiunti sul 2-2 nel finale dal Prato, mentre i lombardi hanno battuto a metà secondo tempo la Lupa Roma per 1-0. Con un solo punto di differenza, sarà decisivo solo il finale di campionato. Il derby tra le due squadre piacentine va al Piacenza che vince 4-0 sulla Pro. La Giana Erminio conquista ad Arezzo un punto che vale molto di più, perché accede matematicamente ai play-off. L’Olbia esonera Tiribocchi dopo la sconfitta con il Racing Roma (che aveva esonerato il giorno prima Giannichedda) e chiama Bernardo Mereu.

Nel girone B il Venezia è sempre più vicino alla B diretta: con il gol di Moreo nel derby di Padova vinto 1-0 la squadra di Inzaghi si è messa a +11 sulla seconda della classifica. Battuta d’arresto incredibile del Parma, che perde 0-2 in casa con l’Ancona ultima in classifica e subisce diverse critiche. Già ai play-off il Pordenone (3-2 a Fano) e la Reggiana (1-0 a Teramo). Manca poco al Gubbio (che ha vinto sul Mantova 3-2). Dopo la confusione, la Maceratese esibisce la grinta e vince a Forlì: sul campo i marchigiani hanno centrato una strameritata salvezza.

Il girone C è uno di quelli dove le emozioni e i gol non mancano: ben 24 in 10 partite giocate nella trentaquattresima giornata. Foggia sempre in testa con un grandissimo Mazzeo, che segna due dei tre gol nella vittoria sulla Casertana. Vince anche il Lecce secondo classificato (3-0 sul Taranto), così come vince il Matera (2-1 sulla Juve Stabia). Il sorprendente Siracusa (che ha vinto 2-1 a Cosenza) raggiunge in quarta posizione la Juve Stabia. La Reggina vince il derby col Catanzaro e si tira fuori dalle zone pericolose.

PORTIERE

Raffaele Gragnaniello (Melfi): i suoi interventi miracolosi permettono alla formazione gialloverde di non soccombere e di pareggiare nell’ostica sfida di Monopoli.

DIFENSORI

Roberto Codromaz (Feralpisalò): prestazione convincente dell’italo-sloveno, un muro per gli attaccanti del Bassano.

Federico Vettori (Pontedera): bandiera della formazione toscana, ostacola tutte le azioni degli attaccanti livornesi contribuendo a raccogliere un pareggio importante.

Jevrem Kosnic (Reggina): il suo sigillo porta in dote tre punti alla formazione amaranto che supera il Catanzaro e si allontana dalla zona play-out.

CENTROCAMPISTI

Cristian Agnelli (Foggia): capitano del blasone rossonero, fornisce una prestazione magnifica nella vittoriosa trasferta di Caserta.

Matteo Pessina (Como): il talentuoso centrocampista di proprietà del Milan sblocca dopo tre minuti il risultato contro il Tuttocuoio impreziosendo ulteriormente la sua prestazione con l’assist per il 2-0.

Alberto Quadri (Maceratese): un pomeriggio da ricordare per l’ex Catanzaro, autore di due gol decisivi nell’exploit di Forlì.

Alessio Esposito (Melfi) : la sua rete, arrivata a meno di 20′ dalla fine, consente ai lucani di evitare il ko in quel di Monopoli.

ATTACCANTI

Stefano Scappini (Cremonese): la rimonta sull’Alessandria porta anche la sua firma. Il classe ’89 regala altri tre punti nella sfida con la Lupa Roma e ora si torna a sperare nella promozione diretta.

Stefano Del Sante (Ancona): una sicurezza per la categoria, a segno nella gara di Parma su un campo mai facile da espugnare come il “Tardini”.

Mirko Carretta (Matera): a tempo praticamente scaduto fa esplodere di gioia l’intera tifoseria lucana con un gol (doppietta) che vale i tre punti nella trasferta di Castellammare di Stabia.

ALLENATORE

Gaetano Auteri (Matera): Foggia e Lecce sono ormai lontanissime, ma i lucani si sono già qualificati ai play-off e possono chiudere la regular season al terzo posto in classifica. Merito della squadra ma soprattutto dello Speciale One di Floridia, maestro del calcio sub-cadetto.

Fonte – Tuttomercatoweb.com

Commenti

commenti

Lascia un commento

Commenta per primo

  Subscribe  
Notifica di