Super Mazzeo, tripletta allo Zaccheria: Cremonese battuta

Nel secondo turno di Supercoppa i rossoneri sconfiggono i grigiorossi di Tesser. Lombardi avanti a inizio ripresa con Brighenti. Al 7′ il primo dei due penalty – l’altro al 24′ – realizzati dal 19 rossonero. Il tris nel recupero su assist di Maza.

Meravigliosamente Mazzeo. Gli aggettivi si sprecherebbero se ancora ci fossero. Anche la Cremonese entra nel gruppo delle vittime del bomber rossonero. Allo Zaccheria la decide lui con una splendida tripletta, a corredo dell’ennesima prestazione sontuosa. Vince il Foggia di Stroppa, che fa meglio del Venezia di Inzaghi, segnando un gol in più. E soprattutto rimontando l’iniziale svantaggio arrivato a inizio di ripresa. L’ennesima prova di forza, in barba ai festeggiamenti e ai pericoli di ‘pancia piena’ paventati da qualcuno.

PRIMO TEMPO – Le pressioni del campionato sono un ricordo, ma in palio c’è comunque un risultato prestigioso. Il Foggia riceve la Cremonese, che ormai non ha molto da chiedere a una stagione da cui ha già avuto tantissimo. La sconfitta dello ‘Zini’ spinge poi Tesser a rimescolare le carte, lasciando in panchina alcuni titolari. Formazione tipo o quasi, invece, per Stroppa, che rinuncia ai soli Coletti e Loiacono, a vantaggio di Figliomeni e Gerbo. Poi in campo ci vanno i migliori: a partire dal trio di centrocampo, dove giostrano Agazzi e Vacca con il capitano. In avanti riecco Sarno a ispirare Mazzeo e Di Piazza. Allo Zaccheria non c’è il pubblico delle grandi occasioni, ma i presenti sono rumorosi sufficientemente per spingere la truppa di Stroppa. Che comanda il gioco (caratteristica ormai di default), pur concedendosi qualche errore nelle prime fasi del possesso che, in tempi più ‘calienti’ avrebbero fatto imbufalire. La Cremonese fa vedere qualcosa di interessante quasi sempre sulla destra, dove tende a scollinare Maiorino, fantasista in appoggio al centrale Brighenti, e alla punta mobile scuola Latina Talamo. Poca cosa, comunque.
Il Foggia invece propone una manovra piacevole, con un Sarno ispirato, ma spesso sciupone, e un Agazzi tuttofare e onnipresente, ma gli manca il tocco finale. Mazzeo si muove bene, nonostante le cortesi ‘randellate’ dei due centrali difensivi. Di Piazza invece più generoso che concreto. Alla fine si conterà solo una grande occasione, capitata sul destro di Mazzeo, che sporca al volo lo splendido taglio da destra di Sarno.

SECONDO TEMPO – Neppure il tempo di respirare, e la Cremonese fa gol. Lo segna Brighenti, che pesca il buco giusto nella difesa rossonera. Fortuna che il Foggia trovi subito il pareggio: lo propizia Di Piazza, steso in area da Ravaglia. Mazzeo non sbaglia. Tutto come prima. Il Foggia ricomincia a far gioco, stavolta sospinto da uno Zaccheria assai più convinto. L’innesto di Deli ridona anche freschezza alla mediana rossonera, e un’arma letale in più a disposizione di Stroppa, grazie alle devastanti incursioni dell’ex Paganese. Una di queste regala a Sarno un quasi gol su punizione alla mezz’ora e il doppio giallo a un inguardabile Bastrini. Ma prima bisogna registrare il secondo penalty per il Foggia, per un fallo subito da Rubin. Mazzeo cambia lato, ma non sbaglia. Passato il pericolo il monologo rossonero riprende serenità, mentre la Cremonese bada più a non prenderle e soprattutto a darle sulle gambe degli avversari. Nulla possono sulla fuga di Maza che sulla sinistra semina il panico e Procopio, mettendo in mezzo un pallone perfetto sul quale si fionda, tanto per dire, Fabio Mazzeo. Il tris che anticipa di pochi secondi il triplice fischio dell’arbitro. Vince il Foggia, vince Mazzeo. La Supercoppa si deciderà al ‘Penzo’, ma i satanelli partiranno con un gol di vantaggio.

FOGGIA (4-3-3) Guarna; Gerbo, Figliomeni, Martinelli, Rubin; Agnelli (19’st Deli), Vacca, Agazzi; Sarno, Mazzeo, Di Piazza. A disposizione: Sanchez, Angelo, Loiacono, Chiricò, Sainz Maza, Tucci, Sicurella, Dinielli, Pompilio, Coletti, Pertosa. All. Stroppa

CREMONESE (4-3-1-2) Ravaglia; Procopio, Marconi, Ferretti (25’st Salviato), Bastrini; Cavion, Porcari, Redolfi; Maiorino (32’st Lucchini); Talamo (29’st Scarsella), Brighenti. A disposizione: Galli, Belingheri, Stanghellini, Moro, Pesce, Scappini, Perrulli, Canini. All. Tesser

Arbitro: Fiorini di Frosinone

Marcatori: 4’st Brighenti (C), 7’st rig., 24’st rig. Mazzeo (F), 48’st Mazzeo (F)

Ammoniti: Bastrini (C), Marconi (C)

Espulsi: 31’st Bastrini (C) per doppia ammonizione

Fonte – Foggiatoday.it

Commenti

commenti

Lascia un commento

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notifica di