Inzaghi: «Provarci è un dovere»

Il tecnico sotto sotto spera nella vittoria per centrare il triplete. «Il Foggia è forte, nessun regalo». Il blitz a Detroit fa saltare il ritiro a Piancavallo.

Il count-down verso l’ultimo appuntamento della stagione è scattato: domani allo stadio Penzo arriva il Foggia, per l’atto finale della Supercoppa di Lega Pro. Il Venezia prova a conquistare un altro trofeo. Inzaghi ha solo Malomo indisponibile, ritorna Galli, che ha scontato a Cremona il turno di squalifica. «Proveremo a conquistare anche la Supercoppa di Lega Pro» parole di Pippo Inzaghi nella conferenza stampa di ieri , «ma con leggerezza. La nostra stagione è già straordinaria con la conquista della Serie B e della Coppa Italia, ma è sempre belle festeggiare, soprattutto se si gioca davanti ai nostri tifosi». Buona la risposta dei tifosi con circa duemila tagliandi venduti, anche se 477 sono stati acquistati dai sostenitori rossoneri. Il Venezia avrà un solo risultato a disposizione per aggiudicarsi il trofeo. «Dovremo fare noi la partita, ma questo non mi preoccupa, l’abbiamo sempre fatto dall’inizio della stagione. Il Foggia? Credo che sia con il Parma la squadra più forte che il Venezia abbia trovato quest’anno sulla sua strada. Il Foggia cercherà il double, dopo aver vinto il campionato, noi lo abbiamo già centrato, proveremo a fare il triplete, magari precedendo di qualche giorno la Juventus. Sarebbe fantastico». Il Venezia arriva alla sfida con il Foggia a due settimane di distanza dalla partita con la Cremonese. «I giocatori si sono allenati al massimo, anche se due settimane tra una gara e l’altra sono tanti, in campo andrà la squadra migliore. Sono contento che una piazza come Foggia abbia ritrovato la Serie B dopo tanti anni, anche perché conosco bene Stroppa». Anche Stroppa infatti ha un passato da giocatore prima e da allenatore poi nel Milan, come Pippo Inzaghi. Servizi. Sono tre i vaporetti messi a disposizione dal Venezia per la partita con il Foggia in partenza da San Giuliano, alle ore 14.40, 14.50 e 15. Partenza da Sant’Elena alle 18.25 in successione, orario che sarà posticipato in caso di vittoria della Supercoppa da parte del Venezia. Ritiro. La trasferta negli Stati Uniti implica una modifica del programma del precampionato, a cominciare dalle date e dalle sedi del ritiro. Non sarà infatti possibile ritornare a Piancavallo, non potendo conciliare date e presenze. «Nel giro di una settimana riusciremo a definire il programma nei dettagli» spiega il direttore generale Dante Scibilia, «peccato perché Piancavallo era una bella soluzione. Comunque abbiamo tre-quattro località che stiamo verificando». In ballo ci sarebbero Sappada, Moena e Pinzolo.

Fonte – Veneziaunited.com

Commenti

commenti

Lascia un commento

Commenta per primo

  Subscribe  
Notifica di