Venezia, ecco il giorno del triplete

Tempo di lettura: 2 minuti

A caccia del triplete. Il Venezia ci prova, Foggia permettendo. Venezia che dovrà vincere, come era accaduto con il Matera nella finale di ritorno di Coppa Italia. Il pareggio non basterà alla truppa di Pippo Inzaghi, visto che in caso di arrivo a pari punti il Foggia sarà privilegiato dalla miglior differenza reti (+2 contro +1), frutto dei risultati ottenuti dalle due squadre contro la Cremonese. È l’ultimo atto della stagione per il Venezia, un’annata trionfale, che potrebbe diventare indimenticabile. Solo lo Spezia di Michele Serena nel 2012 ha centrato il triplete in Lega Pro. Buona la risposta del pubblico con 2.500 biglietti venduti in prevendita fino a ieri, e una massiccia presenza di tifosi del Foggia (530). Supercoppa. Novara e Spal si sono aggiudicate la Supercoppa con la formula del triangolare, l’unica formazione veneta ad aggiudicarsela è stata il Treviso nel 2003 (finale contro la Ternana), assalto fallito dal Portogruaro nel 2010 contro il Novara e dal Cittadella nella passata stagione, mentre Spezia e Novara sono le uniche squadre ad averla vinta in due occasioni. Facchin out. Il Venezia ritorna in campo due settimane dopo la vittoria di Cremona. Pippo Inzaghi perde in extremis Facchin per un fastidio alla schiena, convocato Camerlengo dalla Berretti, oltre a Malomo fuori dai giochi, mentre recupera Galli, squalificato nel primo turno della Supercoppa di Lega Pro. «Schiererò la formazione migliore», ha sottolineato il tecnico arancioneroverde, «chi ha tenuto meglio queste due settimane di allenamenti senza partite». Difesa arroccata attorno a Domizzi e Modolo con Zampano a destra e Garofalo a sinistra, Bentivoglio in cabina di regia con Falzerano e capitan Soligo pronti a sganciarsi verso l’area pugliese. Moreo e Geijo, i due bomber del Venezia, non dovrebbero mancare all’atto finale, ampio ballottaggio per la terza maglia tra il recuperato Marsura, il guizzante Fabiano, ma anche Caccavallo, che sta chiudendo in crescita la stagione. Foggia. Agnelli squalificato, Empereur, Faber e Martino infortunati nel Foggia. «La formula della Supercoppa trasforma la gara di Venezia come una vera e propria finale. Il Foggia ha due risultati su tre a disposizione? Questa situazione non cambierà il nostro modo di affrontare la partita», ha osservato Giovanni Stroppa, tecnico dei rossoneri pugliesi, «è l’ultima gara della stagione, ma la squadra non molla niente».

Fonte – Veneziaunited.com

Lascia un commento

Lascia un commento

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notifica di