Avati: “Il Foggia resterà a lungo nel calcio che conta”

E’ stato braccio destro del Ds Gabriele Martino nella costruzione della Reggina che ha agguantato la salvezza con largo anticipo rispetto alla dirette contendenti. Davide Avati, talent scout napoletano, da diversi mesi ha conseguito l’abilitazione al corso per collaboratore della gestione sportiva, una figura manageriale voluta dalla Lega Nazionale Dilettanti in collaborazione col settore tecnico della Figc. Tante le richieste di consulenza per il dirigente partenopeo, che a Reggio Calabria ha potuto vivere una pagina professionale molto appagante

Un bilancio dell’ultima stagione nel girone meridionale della Lega Pro?

“Il Foggia aveva una marcia in più rispetto alle inseguitrici, spinto anche dalla passione di una tifoseria unica. Questa società resterà per molto tempo nel calcio che conta. Intanto c’è un allenatore preparatissimo che ha dimostrato il proprio valore in una piazza importante. Mi sarei aspettato di più dalla Juve Stabia. Me la sarei immaginata più brillante e cinica nella gara contro la Reggiana. Tra l’altro era stata una delle migliori avversarie affrontate dalla Reggina in campionato. Andando più in basso, si vedeva ad occhio nudo che il Taranto era in grossa difficoltà. Del resto in piazze così blasonate, quando si intaccano determinati equilibri è difficile uscire fuori da un momento di crisi”.

Fonte – Tuttomercatoweb.com

Commenti

commenti

Lascia un commento

Commenta per primo

  Subscribe  
Notifica di