Nel primo posticipo di campionato il Foggia di Stroppa non è riuscito a scalare la classifica.

Dimenticato l’esordio non proprio gratificante in campionato di serie B, il Foggia sta cercando di rimettersi in carreggiata per risalire la china con quattro risultati positivi di fila in cui spicca l’unica vittoria contro il Carpi.  Le potenzialità sembrano esserci, la squadra di Stroppa vuole dimostrare a tutti i costi di saper fare gioco ma il percorso per convincere chi punta ogni settimana su William Hill scommesse sulla serie B è ancora in salita. L’ultima gara giocata al “Pino Zaccheria” contro il Novara prometteva davvero bene, il Foggia aveva condotto un ottimo gioco fino alla prima mezz’ora del match ma al 31′, complice l’infortunio doppio occorso a Camporese e Floriano, arriva la prima rete del vantaggio per gli ospiti grazie a Moscati. A questo punto la situazione del Foggia appare da subito compromessa, infatti l’uscita dei due giocatori ha destabilizzato la squadra che cerca di risollevarsi con l’ingresso di Coletti e Fedato in sostituzione degli infortunati.

La scelta di mister Stroppa sembra essere quella giusta, il gioco scorre velocemente, in campo succede di tutto fino a quando, durante i preziosi minuti di recupero, arriva il tanto desiderato pareggio per i pugliesi con la rete segnata da Mazzeo su calcio di rigore. L’entusiasmo iniziale degli ospiti subisce inevitabilmente una battuta di arresto che consente ai padroni di casa di portarsi nuovamente avanti al 59′ con la rete di Fedato che conduce la squadra in vantaggio. La partita continua sulla scia dell’azione, i rossoneri arrivano addirittura vicini al terzo gol scongiurato dal piede di Montipò. Sfumata l’occasione di segnare un ulteriore punto di vantaggio, il Foggia cerca di difendere il risultato ottenuto ma al 84′ di gioco arriva il pareggio per gli ospiti con un sorprendente colpo di testa di Dickmann, il difensore piazzato in campo da Corini al 72′ insieme a Chaija e Sansone . In campo si susseguono attimi concitati, la sorpresa è stata grande e il Foggia non riesce a riprendere in mano il controllo del gioco per tentare di centrare un’altra volta la porta novarese.

Con il pareggio rimediato in casa, il Foggia guadagna un punto che non gli consente di spiccare il volo tanto sperato. I rossoneri si posizionano solo al diciannovesimo posto della classifica a quota 7 punti, vicinissimi al Novara ma lontani anni luce dal prossimo avversario, l’Empoli,  che invece si trova in quinta posizione con 11 punti. La prossima partita del Foggia contro l’Empoli si giocherà in trasferta nel pomeriggio di domenica 8 ottobre, la gara si annuncia complicata, l’avversario è duro ma non impossibile. Per giocare al meglio le sue carte il Foggia deve in primis rinforzare quella difesa che è stata capace di vanificare quanto avevano ottenuto Mazzeo e Fedato, riorganizzare tutte le idee e cercare di ristabilire gli equilibri di una rosa abbastanza penalizzata dagli infortuni. I biglietti per assistere alla partita contro l’Empoli, valida per l’ottava giornata di campionato di serie B, sono già disponibili per gli ospiti della curva sud dello stadio “Carlo Castellani”.

Commenti

commenti

Lascia un commento

Please Login to comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

  Subscribe  
Notifica di