Pisa e Foggia: destini incrociati in panchina

Reading Time: < 1 minute

Situazione in evoluzione per nerazzurri e rossoneri: ci sono dei nomi in comune per possibili avvicendamenti.

Tornano a incrociarsi le strade di Pisa e Foggia, protagoniste poco più di un anno fa di uno spareggio promozione in B che ha lasciato tante scorie.

Questa volta si parla di mercato e di panchine perché c’è una serie di nomi di tecnici dalla quale potrebbe saltare fuori l’allenatore giusto per entrambe. Esonerato Carmine Gautieri la dirigenza dei toscani ha promosso Michele Pazienza, che è andato a vincere ad Alessandria e potrebbe essere confermato anche dopo Piacenza. Pazienza, foggiano di San Severo, si è fatto conoscere nel grande calcio proprio con i ‘Satanelli’, di cui ha portato i colori dal 1999 al 2003 prima di spiccare il volo verso Udine. In caso di sconfitta in Emilia c’è però pronto Domenico Toscano, con l’ex allenatore della Ternana e dell’Avellino che non dispiace neanche al Foggia, alle prese con il dilemma Giovanni Stroppa: continuare con lui o no anche dopo la pesante sconfitta casalinga con il Parma?

Per entrambe si è parlato anche di Serse Cosmi (poco gradito dai tifosi nerazzurri, molto da quelli rossoneri, alcuni dei quali sognano il ritorno di Delio Rossi, che però sta guidando i bulgari del Levski Sofia) che però potrebbe andare a Perugia al posto di Federico Giunti, ‘saltato’ dopo la batosta con il Cesena. Un altro papabile è Massimo Drago, a spasso proprio dopo l’esperienza dello scorso anno con i romagnoli bianconeri. E non va dimenticato Roberto Stellone, che non sembra incline a scendere in C ma potrebbe valutare la B.

Fonte – Sportal.it

Lascia un commento
Subscribe
Notifica di

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

4 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
paul84fg
paul84fg
2 Anni fa

Finalmente si inizia a parlare di cose serie….. stroppa non è il colpevole ma la causa di questi risultati e prestazioni. Il profilo migliore secondo me è serse cosmi. Allenatore che conosce molto bene sia la serie A che la B. La cosa che mi preme dire è che il buon serse ha il cosiddetto “manico duro”, cosa che il nostro mister non ha minimamente. Incrociamo le dita

Roberto Di Peco
Roberto Di Peco
2 Anni fa

Probabilmente il buon Stroppa non è adatto alla serie cadetta pur sfoggiando la sua ammirazione/amicizia per Zeman. Probabilmente i giocatori hanno bisogno di un “manico” più autorevole che produca meno gioco e più risultato. Forse dovremmo seguire l esempio di altre squadre che hanno già provveduto agli esoneri. Il calcio purtroppo non è solo bel gioco ma anche opportunismo. Mi dispiacerebbe tornare in C perchè si sarebbe rovinato una delle più belle feste di Foggia degli ultimi decenni….e Foggia non lo merita.

Micky
Micky
2 Anni fa

Io anche partirei da Colucci e di Bari. Anzi mi viene il compito a pensare che ora di Bari, parlando con la proprietà, ipotizzi di esonerare stroppa quando invece _ quando i problemi erano lontani _ quest’ultimo copriva le sue cavolate di mercato dicendo che andava bene così.
Cmq anche a prescindere dai valori umani, se esonero deve essere, ne deve valere fortemente la pena, altrimenti si pensi solo al mercato e a dare i giusti stimoli ai attuali ( vietate le uscite, sospesi i premi, ritiri, lavoro duro).

Micky
Micky
2 Anni fa
Reply to  Micky

Cmq anche Drago non è male…nel Crotone non ha fatto male.
Volo basso perché so che basso è il budget..quindi un Delio Rossi non ci credo a priori