Il palinsesto sky per la 32ma giornata

Tempo di lettura: 6 minuti

Weekend dedicato alla Serie B in campo con la 32^ giornata: sabato due anticipi a La Spezia e Bari, domenica si riparte con Parma-Foggia. Dalle 15.00 ecco l’Empoli di scena all’Adriatico, Frosinone e Palermo opposte a Ternana e Carpi. La Cremonese riceve l’Entella, punti pesanti in palio a Salerno e Vercelli. Alle 18.00 derby veneto al Penzo, chiude alle 20.30 Cesena-Perugia.

Weekend a tutta Serie B, campionato che si prende la scena approfittando della sosta per le Nazionali. Al netto dell’immancabile equilibrio e di 6 incontri da smaltire in agenda (2-3 aprile), il torneo presenta una sola vera certezza: parliamo dell’Empoli capolista, macchina da gol guidata da Andreazzoli dalla parabola esaltante. I toscani erano terzi a inizio 2018, girone di ritorno che li premia a ritmi vertiginosi: sono 23 i punti conquistati in 9 turni dai toscani, unici imbattuti con 11 punti rosicchiati al Palermo e 6 al Frosinone ovvero le principali candidate al salto di categoria. Attacco letale, continuità di risultati e spettacolo al potere per un gruppo che prenota di diritto l’immediato ritorno in A. Alle spalle dell’Empoli è bagarre aperta dalla promozione diretta all’accesso ai playoff fino alla lotta per la salvezza, obiettivi sospesi tra gerarchie instabili e novità dietro l’angolo. Alle porte del rettilineo finale ecco un nuovo appuntamento da non perdere: diamo quindi uno sguardo alla 32^ giornata tra incontri, numeri e curiosità.

SPEZIA-ASCOLI (sabato ore 18.00, diretta su Sky Calcio 1 HD)

Il programma prende il via al Picco, casa dello Spezia a rilento nella corsa ai playoff: solo una vittoria nelle ultime 7 uscite per i liguri distanti tre lunghezze dall’8° posto. Nemmeno il fattore casalingo, risorsa da 29 punti sui 41 complessivi, ha sorriso a Gallo negli impegni contro Cesena e Ternana. Dopo il 3-0 incassato a Perugia si riparte contro l’Ascoli viceversa reduce dallo squillo salvezza: successo numero 200 da professionista per Cosmi, penultimo della classe a caccia della permanenza in Serie B. Marchigiani senza mezze misure nel 2018 con 4 vittorie e 7 ko, assente lo squalificato Mignanelli fermato per due turni.

BARI-BRESCIA (sabato ore 20.30, diretta su Sky Calcio 1 HD)

Dal Picco al San Nicola nell’anticipo serale tra Bari e Brescia, sfida che all’andata premiò gli azzurri con la prima vittoria di Marino in panchina. Alle redini dei lombardi è piuttosto tornato Boscaglia, allenatore affacciato ai playout e messo in discussione da Cellino dopo l’ultima vittoria lontana un mese. Non ci sarà lo squalificato Coppolaro contro i pugliesi in serie utile da 6 turni ma vincolati al pareggio da 3 partite: quasi un’anomalia per Grosso legato al segno ‘X’ solo 8 volte in stagione, passi falsi che ad oggi non scongiurano l’accesso ai playoff. Obiettivo tre punti magari nel segno di Galano ancora a secco nel girone di ritorno. A confronto due soluzioni offensive agli opposti: 16 i marcatori del Bari, 7 quelli del Brescia.

PARMA-FOGGIA (domenica ore 12.30, diretta su Sky Calcio 1 HD)

Il pranzo è servito al Tardini tra avversarie dalle parentesi delicate: Parma battuto a Chiavari e attualmente fuori dai playoff, Foggia appena coinvolto nel commissariamento della società a seguito dell’arresto del patron Sannella. E pensare che i pugliesi di Stroppa hanno scalato la classifica nel 2018 con 18 punti nel segno di Mazzeo e della new entry Kragl, 5 reti in 9 partite. Attenzione ai rossoneri in chiave esterna (23 punti conquistati) verso il match di Parma che viceversa non vince in casa da due mesi: passi falsi vietati per D’Aversa aggrappato alla staffetta Calaiò-Ceravolo. Difficile archiviare un pareggio raccolto rispettivamente in 8 e 7 occasioni, l’ultimo lontano addirittura 12 gare per il Foggia.

PESCARA-EMPOLI (domenica ore 15.00, diretta su Sky Calcio 3 HD)

Nuovo esame sulla strada della Serie A per la capolista Empoli, squadra dall’imbattibilità lunga 16 turni ovvero la striscia record in campionato. Un primato ribadito dal bilancio nel girone di ritorno (23 punti) e dal saldo realizzativo con 65 gol segnati: 21 quelli del capocannoniere Caputo, 17 quelli del partner Donnarumma che da solo ha prodotto ben 19 punti. Toscani in rete da 20 partite eppure privi dello squalificato Zajc nella trasferta all’Adriatico, impianto del Pescara fresco del primo punto raccolto nell’era Epifani sul campo dell’Avellino. Se Brugman è il jolly votato al gol (7 personali), chi stecca da dicembre è Pettinari: perché non spezzare il digiuno contro la corazzata di Andreazzoli? Attenzione agli ultimi 15’: sono 15 i centri segnati dall’Empoli, altrettanti quelli incassati dal Pescara.

TERNANA-FROSINONE (domenica ore 15.00, diretta su Sky Calcio 2 HD)

Difficile leggere il trend del Frosinone, gruppo privo di continuità da febbraio a dispetto del 2° posto e del valore della rosa: prendete l’ultimo 0-0 contro la Salernitana, pareggio che allunga a 246’ il tabù del gol e che offre l’aggancio virtuale al Palermo con un match in arretrato. Longo non può fallire l’impegno tra le mura dell’ultima della classe ovvero la Ternana, battuta nello scontro salvezza dall’Ascoli. Va in archivio la serie utile di De Canio alla guida degli umbri mai vittoriosi in trasferta, handicap da colmare al Liberati a partire dalle reti di Montalto (15 centri personali). Fuori dai giochi gli squalificati Signori e Dionisi.

PALERMO-CARPI (domenica ore 15.00, diretta su Sky Calcio 1 HD)

La bagarre per la promozione diretta coinvolge naturalmente il Palermo, frenato ai titoli di coda a Novara ma imbattuto da un mese. Non mancano le risorse a Tedino come il leader Rispoli, terzino a quota 6 gol (eguagliato il record nell’ultima stagione in A) e 3 volte a segno negli ultimi 270’. I siciliani ricevono al Barbera il Carpi in orbita playoff, treno agganciato nel nome del pragmatismo: 4 gare utili con 3 reti segnate a partire da Melchiorri, porta inviolata da ben 393’. Sono queste le armi di Calabro nella rincorsa alla post-season, traguardo abituale per gli emiliani dall’ottima tradizione recente. Si affrontano la difesa rosanero (27 reti concesse, la migliore) contro il peggiore attacco di marca biancorossa con soli 26 gol all’attivo.

CREMONESE-VIRTUS ENTELLA (domenica ore 15.00, diretta su Sky Calcio 5 HD)

Esito incerto allo Zini tra avversarie dalle velleità agli antipodi, altro non fosse che la Cremonese non vince da 9 turni e procede a piccoli passi: 17 i pareggi in stagione dei grigiorossi, nessuno come loro in Serie B. Tesser insegue la svolta sul proprio campo violato solo 3 volte in stagione contro l’Entella risorta a Chiavari nel segno di La Mantia, 11 i gol a referto per l’attaccante classe 1991 in doppia cifra per la prima volta in categoria. I liguri di Aglietti restano invischiati nel baratro playout, incubo da esorcizzare a Cremona: certo è che la Virtus ha espugnato solo le mura di Cittadella e Ternana in campionato. Assente lo squalificato Pesce.

SALERNITANA-NOVARA (domenica ore 15.00, diretta su Sky Calcio 4 HD)

Operazione aggancio per il Novara all’Arechi, impianto della Salernitana dalla parabola ascendente: 7 punti raccolti nelle ultime 3 uscite da Colantuono, allenatore che ha raddrizzato le sorti dei granata dopo la crisi di febbraio. Campani a +5 sui playout, divario ridotto a 2 punti nel caso dei piemontesi di Mimmo Di Carlo altrettanto in salute dopo il doppio impegno al Piola. Spicca eccome l’impatto di Puscas in azzurro, 7 reti in 8 presenze nonché a segno ogni 98’. È lui la prima minaccia per la Salernitana imbattuta in casa fino a dicembre prima degli stop contro Foggia, Carpi e Parma. Non sarà della partita lo squalificato Golubovic.

PRO VERCELLI-AVELLINO (domenica ore 15.00, diretta su Sky Calcio 6 HD)

Punti pesanti a disposizione al Piola tra pericolanti in classifica a partire dalla Pro Vercelli, reduce dal primo stop a Carpi dal ritorno in panchina di Grassadonia che aveva riservato 11 punti in 7 turni. Piemontesi agguantati al terzultimo posto dall’Ascoli, ennesima dimostrazione della bagarre vivace pure in chiave salvezza. La Pro Vercelli lamenta il peggiore bilancio casalingo del torneo (15 punti) prima della sfida all’Avellino senza gioie da un mese: se Novellino ha imposto il 2-2 al Pescara, il distacco dai playout vale solo due lunghezze. E lontano dal Partenio i campani hanno conquistato 10 punti, peggio ha fatto solo la Ternana con 6.

VENEZIA-CITTADELLA (domenica ore 18.00, diretta su Sky Calcio 1 HD)

Il primo posticipo domenicale è di scena al Penzo, derby veneto dal sapore amarcord per Litteri: tre le stagioni al Cittadella con 34 gol per l’attaccante siciliano, prolifico pure in Laguna a quota 4 reti in 7 gare. Decisivo nel 2-1 all’andata, Litteri anima l’incrocio playoff contro l’ottima squadra di Venturato imbattuta da 6 turni: attenzione al ‘Citta’ formato trasferta, gruppo d’assalto con 30 punti conquistati lontano dal Tombolato. Non è un caso che i granata difendano la quarta piazza contro il Venezia di Inzaghi, sconfitto ad Empoli dopo una serie di 7 uscite immacolate con 17 punti all’attivo. Solo vittorie al Penzo nel 2018 per i padroni di casa, ennesimo fattore che rende imperdibile il match.

CESENA-PERUGIA (domenica ore 20.30, diretta su Sky Calcio 1 HD)

Chiude il programma la sfida al Manuzzi dove fa tappa il Perugia, formazione del momento in Serie B: 5 vittorie consecutive per gli umbri, secondi solo all’Empoli per punti conquistati nel girone di ritorno (23 contro 22). Successo numero 100 da professionista per Breda contro lo Spezia, 3-0 che ha celebrato la prima doppietta in carriera di Cerri tuttavia assente per squalifica. Lui come Volta nonché Donkor e Laribi, defezioni pesanti anche per Castori vincolato allo spauracchio playout. Romagnoli a caccia dello scatto salvezza nel fortino casalingo espugnato solo da Ascoli e Cittadella. All’andata il Cesena s’impose 3-0 nel capolinea di Giunti in panchina, tuttavia è un Perugia agli antipodi rispetto alla crisi di ottobre.

Fonte – Sport.sky.it

Lascia un commento

Lascia un commento

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notifica di