Serie B, calendario e orari 34^ giornata: big match al Tardini

Sabato alle 15.00 prende il via la 34^ giornata della Serie B, turno dove la capolista Empoli fa tappa a La Spezia. Frosinone di scena a Parma, Palermo all’esame Pescara. Il Bari ritrova Colantuono, impegni esterni per Cittadella e Carpi così come il Foggia atteso allo Zini. Domenica apre Venezia-Brescia, poi fari a Cesena e sul derby piemontese. Lunedì chiude Avellino-Perugia

Nessun riposo per la Serie B, campionato che lascia alle spalle i recuperi di Pasquetta e affronta le nuove fatiche del weekend. Quantomeno la classifica torna ad assumere gradi definitivi, nient’altro che una necessità alle porte del rettilineo finale. Se la continuità dell’Empoli capolista non conosce ostacoli, la bagarre resta d’attualità dalla promozione diretta alla corsa ai playoff fino alla lotta per non retrocedere. Interrogativi da sciogliere a 9 turni dal termine della regular season, praticamente un paradosso per il torneo votato all’equilibrio già dalle battute iniziali. Diamo quindi uno sguardo alla 34^ giornata tra incontri, numeri e curiosità.

Quando e a quali orari si gioca la 34^ giornata della Serie B?

Il turno prende il via sabato alle 15.00 con sette partite in contemporanea, incontri che coinvolgono 6 delle prime 8 in classifica. Domenica alle 15.00 si prosegue con Venezia-Brescia, due le sfide in programma alle 17.30 valide per la salvezza: Cesena-Entella e il derby piemontese tra Pro Vercelli e Novara. Si chiude lunedì alle 20.30 con il posticipo Avellino-Perugia.

Dove si gioca il big match di giornata?

La cornice è il Tardini, impianto che ospita il confronto tra Parma e Frosinone. I ciociari hanno difeso il 2° posto che vale la promozione diretta proprio grazie alla banda D’Aversa, vittoriosa 3-2 nel recupero contro il Palermo: 5 successi nelle ultime 6 uscite per gli emiliani in 4^ posizione insieme a Bari e Perugia. Test complicato per gli uomini di Longo tornati ai tre punti contro il Venezia ritrovando un gol che mancava da 389’. Non ci sarà capitan Ciofani, miglior marcatore con 13 reti ai box per almeno due mesi.

Chi ferma l’Empoli capolista?

Solo gli infortuni verrebbe da dire: perde i pezzi la macchina da gol della Serie B che, in attesa del rientro di Donnarumma, saluta fino al termine della stagione l’alternativa Rodriguez (4 centri in 3 partite) a causa della lesione del crociato. È rimasto solo Caputo, capocannoniere a quota 22 reti ad alimentare un attacco monstre a segno 71 volte in campionato. Ciò nonostante la corazzata di Andreazzoli risulta imbattuta da 19 turni consecutivi e trova il gol da 23 partite di fila, numeri pazzeschi impreziositi dal saldo nel girone di ritorno (32 punti) e dal fattore casalingo (40). Chissà se lo Spezia di Gilardino, attualmente escluso dalla griglia playoff, riuscirà a sgambettare l’Empoli destinato all’immediato ritorno in A.

Quali novità dopo i recuperi della 29^ giornata?

Archiviata l’ennesima conferma dell’Empoli a Foggia, la Pasquetta targata Serie B ha acceso la bagarre playoff affollando il 4° posto in classifica. Sono tre le squadre a quota 53 punti a partire dal Perugia, 7 successi nelle ultime 8 partite nel segno del tandem Di Carmine-Cerri (30 gol in due) e del jolly Diamanti. Detto del Parma fatale al Palermo e prossimo all’esame Frosinone, il trio è completato dal Bari che ha espugnato il Partenio al 90’: Grosso ha riscattato lo scivolone di Ascoli, ko che aveva interrotto una striscia di 7 gare utili. Lo 0-0 tra Carpi e Venezia ha invece rimandato ogni discorso playoff, risultato e tesi comune per Brescia ed Entella in chiave salvezza.

Quali sono le new entry in panchina?

La 33^ giornata e i recuperi di Pasquetta hanno certificato due cambi in panchina in casa Pescara e Avellino precipitate nella zona che scotta. Solo un punto raccolto in 5 incontri da Epifani ovvero l’erede di Zeman in Abruzzo, magro bottino che lamenta una solo lunghezza di margine sui playout. Inevitabile il suo ritorno alla guida della Primavera e l’avvento di Bepi Pillon, allenatore che mancava in Serie B da quattro anni con l’ultimo incarico svolto a Carpi. A lui il compito di centrare la salvezza come Claudio Foscarini chiamato a sostituire l’esonerato Novellino, reduce da 6 gare senza gioie e vincolato al quintultimo posto. L’Avellino riparte quindi dall’allenatore già apprezzato in categoria tra Cittadella e Vercelli.

Chi non può sbagliare?

Detto delle novità a Pescara e Avellino, la Ternana ultima della classe ospita un Cittadella particolarmente votato al fattore esterno. De Canio come Grassadonia, allenatore della Pro Vercelli che non si schioda dalla penultima piazza complice un filotto di 9 partite senza vittorie: quale migliore occasione del derby contro il Novara per invertire la rotta? Nient’altro che uno scontro diretto per la salvezza come Cesena-Entella, avversarie in orbita playout nell’incrocio da non fallire. Può approfittarne l’Ascoli di Cosmi in serie utile da 3 turni e prossimo al test Carpi, attenzione anche al Brescia di scena a Venezia e tutt’altro che a distanza di sicurezza dal baratro retrocessione.

Amarcord e incroci in calendario?

Al San Nicola farà il suo ritorno da avversario Colantuono, allenatore della Salernitana che nell’ultima annata al Bari fallì l’obiettivo playoff chiudendo al 12° posto. Turno da ex tra gli altri anche per Brugman, unica nota lieta del Pescara con 7 reti, atteso a Palermo che gli regalò la prima ribalta in Serie A. Attenzione a Geijo in Venezia-Brescia e ad Ardemagni opposto al Perugia (17 gol in Umbria tra il 2015 e il 2016) senza dimenticare Gilardino che affronta l’Empoli, squadra dove militò senza fortuna nella scorsa stagione prima della parentesi al Pescara: non era mai rimasto a secco in un campionato in carriera, tant’è che a La Spezia si è già rifatto con gli interessi.

Quali sono le curiosità legate ai numeri?

Fattore esterno agli antipodi per Ternana e Cittadella avversarie al Liberati: gli umbri lamentano il peggiore bottino in trasferta (6 punti senza vittorie) mentre i veneti sono la regina d’assalto con 30 punti e 9 successi. Agli estremi pure la voce pareggi in Cremonese-Foggia: 17 quelli raccolti da Tesser ovvero un primato in Serie B, solo 7 quelli per Stroppa che rispondono al minimo. Al Del Duca si affrontano Ascoli e Carpi accomunate da attacchi sterili rispettivamente con 31 e 28 reti, reparti meno prolifici del campionato. Infine il denominatore comune nel derby tra Pro Vercelli e Novara va circoscritto al rendimento casalingo: 16 e 20 punti all’attivo, i saldi interni meno cospicui in stagione.

Chi è stato il protagonista dell’ultimo turno?

Tre gol con altrettante conclusioni in porta per Emanuele Calaiò, bomber d’eccezione nella sfida tra Parma e Palermo. Exploit speciale per l’Arciere originario proprio del capoluogo siciliano senza avere mai indossato la maglia rosanero, matrimonio solo sfiorato nell’ultima sessione di mercato. Ecco quindi che l’attaccante classe 1982 ha steso la squadra della sua città e rilanciato la candidatura playoff degli emiliani. Il bottino in campionato recita 12 gol, saldo che porta a 104 i suoi centri complessivi in Serie B. Che altro dire? A 36 anni Calaiò è ancora una sentenza.

Tutta la programmazione Sky in diretta

Spezia-Empoli (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 5 HD)

Parma-Frosinone (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 3 HD)

Palermo-Pescara (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 2 HD)

Bari-Salernitana (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 4 HD)

Ternana-Cittadella (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 7 HD)

Ascoli-Carpi (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 8 HD)

Cremonese-Foggia (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 6 HD)

Venezia-Brescia (domenica ore 15.00, diretta su Sky Calcio 5 HD)

Cesena-Virtus Entella (domenica ore 17.30, diretta su Sky Calcio 3 HD)

Pro Vercelli-Novara (domenica ore 17.30, diretta su Sky Calcio 4 HD)

Avellino-Perugia (lunedì ore 20.30, diretta su Sky Calcio 1 HD)

Fonte – Sport.sky.it

Commenti

commenti

Lascia un commento

Please Login to comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

  Subscribe  
Notifica di