Kragl e Zambelli nella top 11 di serie B

Tempo di lettura: 2 minuti

Nella consueta Top 11 di TMW dopo il 34° turno di Serie B, stilata in base ai nostri voti, trovano posto due giocatori a testa per Foggia, Cesena e Ascoli in un 3-4-1-2 iper offensivo vista la presenza di Di Gaudio e Dalmonte sulle corsie laterali. Davanti un ritrovato Monachello affianca Castaldo con Tremolada, alla prima tripletta in carriera, a supporto. Fra i pali un altro calciatore che sembra non pagare il passare degli anni come Pomini. Questa la nostra top 11:

Pomini (Palermo) – Se oggi il Palermo è secondo è grazie a lui. Rigore parato a Brugman e grande prestazione.

Zambelli (Foggia) – Il protagonista assoluto della sfida dello Zini, viene rispedito in campo da Stroppa e risponde alla grande. Prima mette lo zampino sulle prime due reti del Foggia poi si mette in proprio e realizza la rete del poker foggiano.

Mengoni (Ascoli) – Oltre al gol da vero attaccante, non lascia spazi. Comanda la difesa, sbaglia davvero poco. Bene anche in anticipo.

Lopez (Spezia) – La sblocca con uno splendido mancino su piazzato. Sgamba senza sosta sulla fascia, sbaglia alcune scelte, è però elemento catalizzatore nella costruzione di gioco bianconera. Dà forfait per crampi.

Di Gaudio (Parma) – Un primo tempo da campione: si procura un rigore e realizza la doppietta decisiva. La ripresa è ordinaria amministrazione.

Valzania (Cesena) – Segna un gol con la complicità di Chochev, un gol che vale tanto e che permette al Pescara di sorridere.

Kragl (Foggia) – Come al solito ci mette la firma, al primo pallone in area di rigore lascia partire il mancino in diagonale che batte Ujkani. Apre le danze e si fa i chilometri sulla corsia mancina.

Dalmonte (Cesena) – Il gol del 3-0 è soltanto il giusto premio al termine di una partita straordinaria. Prima regala un assist a Schiavone, poi martella sulla corsia di sinistra.

Tremolada (Ternana) – Gara di grande sostanza. Quantità e qualità a servizio della squadra. Palla al piede può fare la differenza. La doppietta è il giusto premio per il grande match.

Castaldo (Avellino) – Ha subito la chance di incornare ma lo ferma il legno. Poi però trasforma, e nel secondo tempo mette il definitivo sigillo per doppietta e 2-0 finale.

Monachello (Ascoli) – Oltre al bel gol messo a segno, fa salire la squadra e gioca davvero una buonissima partita.

Fonte – Tuttomercatoweb.com

Facebook Comments

Lascia un commento

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notifica di