Foggia-Ascoli: i rossoneri sono perfetti, 3-0 e salvezza archiviata

“Speravo andasse così” ha esordito in questo modo nella conferenza post partita l’allenatore del Foggia, Giovanni Stroppa. E come si fa a biasimarlo, i suoi ragazzi hanno fornito una prestazione perfetta, dando una sensazione di netta superiorità nell’arco dell’intero match. Non si poteva chiedere di più alla squadra rossonera, brava a non farsi distrarre dalle voci insistenti che in questi giorni circolano in merito alla situazione societaria. Un 3-0 che non ammette repliche e fa capire che per i play-off c’è anche il Foggia. La partita vede subito un monologo dei rossoneri che pressano nel modo corretto e applicano un giro palla a cui gli uomini di Cosmi non trovano una soluzione. Gli uomini di Stroppa riescono a trovare il vantaggio a metà primo tempo dopo una gran giocata di Agazzi, probabilmente il migliore dei suoi, che pesca Mazzeo, a sua volta perfetto, arrivato sul fondo, a mettere una palla perfetta verso l’area piccola per Deli che non può sbagliare. Il Foggia continua a dominare in un primo tempo praticamente perfetto e sul finale del primo tempo trova la rete del 2-0, con Mazzeo, in un’azione convulsa, in cui il bomber foggiano è bravo a ribadire in rete. A inizio secondo tempo Cosmi cambia qualcosa inserendo Kounaté e Cherubin per Buzzegoli e Gigliotti. L’Ascoli sembra più pimpante e, in grado di poter mettere maggiormente in difficoltà il Foggia. Dimostrazione ne è un calcio piazzato su cui Monachello stacca ma è bravo Guarna a salvarsi in corner. L’Ascoli però commette un’ingenuità difensiva pazzesca, permettendo a Deli di trovarsi solo davanti ad Agazzi. Il centrocampista “foggiano” dribbla facilmente il portiere ex Foggia, che lo atterra. Rigore ed espulsione. Mazzeo batte ma il neo-entrato Lanni lo ipnotizza e impedisce al bomber foggiano di realizzare la sua personale doppietta. Sul corner successivo però Kragl mette una bellissima palla in mezzo e Loiacono lasciato colpevolmente solo a un passo dalla porta segna e chiude il match, al 12′ del secondo tempo.

STEP BY STEP – Stroppa, nonostante la netta vittoria, in conferenza tiene a bada facili entusiasmi affermando : “La salvezza, a meno di disastri, è raggiunta ma bisogna ragionare step by step. Il prossimo obiettivo saranno i 52 punti”. Al prossimo turno, i rossoneri se la vedranno col “fanalino di coda” di questo campionato la Ternana, antipasto dell’attesissimo derby col Bari. Altra partita sicuramente da non sottovalutare, in quanto la squadra umbra, pur essendo ultima, segna moltissimo (quarto attacco del campionato) e in casa ha realizzato 24 dei suoi 30 punti.
Il Foggia odierno però ha dimostrato assolutamente la sua attuale condizione psicofisica e giunge a questo “rush” finale pronta a dar battaglia per raggiungere quei play off che costituivano un “miraggio” qualche tempo fa.

Alessandro Affatato

Commenti

commenti

Lascia un commento

Commenta per primo

  Subscribe  
Notifica di