Foggia, Stroppa: “Mancano quattro partite, vinciamole tutte”

Queste le parole di Giovanni Stroppa, tecnico del Foggia, intervenuto stamattina in conferenza stampa in vista del match di domani contro lo Spezia.

L’obiettivo di queste ultime quattro partite è quello di vincerle tutte. Siccome è stata una stagione di rimpianti non dobbiamo averne altri. Il principale obiettivo in questo momento è vincere la partita di domani. Non posso permettermi di avere altri rimpianti. La squadra è concentrata e determinata. La partita persa contro il Cittadella è andata sulla falsa riga di partite giocate nel girone di andata. Una squadra che ha un obiettivo non deve commettere certi errori come quelli di sabato, dobbiamo migliorare certi aspetti. Fino al secondo gol abbiamo giocato bene ma non siamo stati bravi dagli ultimi trenta metri. Bisogna migliorare l’attenzione perché solo così si fa la differenza. Abbiamo 12 punti a disposizione, se mi rimane una possibilità io me la gioco fino alla morte“.

Poi Stroppa continua: “Per la formazione sono passate 48 ore con il viaggio. Di solito alla vigilia già sanno i ragazzi chi gioca mentre oggi ho mischiato le carte per vedere chi può dare di più domani. Noppert è andato molto bene anche se è stato incerto sul primo e sul terzo gol. È stato un errore suo ma iniziato prima dal resto della squadra. C’è stato un periodo dove hanno sempre giocato gli stessi ma ho anche cambiato se ho dietro qualcuno che spinge di più. C’è anche da non rovinare l’identità di una squadra ma chi può garantire ed esaltare la squadra dal punto di vista mentale e fisico può subentrare. Rubin dopo tanto tempo che non giocava ha fatto un’ottima partita sembra che abbia sempre giocato. Kragl ha recuperato quindi sarà disponibile per la partita, è un fuoriclasse“.

Sullo Spezia: “Lo Spezia è una squadra con individualità importanti, è allenata benissimo, certo ha perso un po’ di punti ma fino a due mesi fa poteva ambire a obiettivi diversi. Noi almeno dieci punti in più potevamo averli, sappiamo quanto abbiamo lasciato ma non possiamo pensare a questo ma a quello che possiamo fare ancora. Nel girone di andata quella di Spezia è stata una partita importante con buona prestazione della squadra. Dopo quella partita c’è stata la svolta. Domani dobbiamo fare quello che sappiamo fare. È un aspetto psicologico e non fisico quello che è accaduto sabato, sicuramente il pareggio con il Bari ha influito perché se fosse andata diversamente negli episodi negativi a Cittadella avremmo reagito. È stato un gol sanguinoso quello del Bari, mentre a Cittadella fino al secondo gol stavamo giocando bene. Mettendo a tre gli attaccanti abbiamo perso un po’ il ritmo. Non è una questione fisica il calo che è accaduto ma se giochi dopo tre giorni a trenta gradi incide. Sotto l’aspetto nervoso domani saremo al 100%. I tifosi che ci saranno inciteranno la squadra come hanno sempre fatto indipendente da quanti saranno”.

tuttocalciopuglia.com

Commenti

commenti

Lascia un commento

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notifica di