Serie B: Il programma della 41ma giornata ed il palinsesto Sky

Ultimi 180′ in Serie B, 41^ giornata al via venerdì con l’anticipo Avellino-Spezia. Sabato alle 15.00 ecco l’Empoli già promosso, obiettivo nel mirino di Frosinone e Palermo opposte ad Entella e Cesena. Il big match è Parma-Bari, impegni esterni per Venezia e Cittadella verso i playoff. Perugia all’esame Novara, il Foggia spera nell’8° posto. Vietato sbagliare a Pescara, retrocessione per due in Pro Vercelli-Ternana?

Ultimi sforzi in Serie B, campionato atteso dai 180’ conclusivi della stagione eppure preceduto da un solo verdetto ufficiale. Parliamo dell’Empoli dei record già certo del 1° posto e della promozione in A, traguardo quasi aritmetico in coda invece per Pro Vercelli e Ternana attese dallo scontro diretto. Aggiorniamo il saldo realizzativo che tocca quota 1.142 gol totali, 47 in meno del bilancio targato 2007/08 ovvero il primato con la formula a 22 squadre. Un dato nel mirino per le partecipanti al torneo negli ultimi due turni della regular season, formazioni che alimentano una classifica tutta da scrivere dai vertici alla coda senza negare reti e spettacolo. Due fattori bilanciati da equilibrio e incertezza, nient’altro che costanti dalle battute iniziali in attesa della 41^ giornata: diamo quindi uno sguardo ad incontri, numeri e curiosità.

Quando e a quali orari si gioca la 41^ giornata della Serie B?
Il penultimo appuntamento della regular season prende il via alle 20.30 con l’anticipo tra Avellino e Spezia, sfida che precede i 10 incontri in contemporanea in programma sabato alle ore 15.00. Simultaneità dei campi che sarà invece totale in occasione dell’ultima giornata in programma venerdì 18 maggio alle 20.30.

Dove si gioca il big match di giornata?
Antipasto playoff o slancio promozione diretta, fate voi, certo è che il confronto tra avversarie separate da due lunghezze in classifica assicura scintille al Tardini. Reduce dal ko al fotofinish a Cesena, il Parma cerca la riscossa davanti al proprio pubblico dove risulta imbattuto da 15 partite nonché quasi 7 mesi. Sfida fondamentale in chiave 2° posto per la banda D’Aversa, corazzata opposta al Bari che viceversa alimenta la migliore serie utile della propria stagione: 8 gare immacolate per gli uomini di Grosso già certi di un posto ai playoff, traguardo che pretende il miglior piazzamento possibile. All’andata al San Nicola terminò a reti inviolate, epilogo da escludere se consideriamo il potenziale offensivo e l’impronta tattica adottata dalle due formazioni a duello nell’incontro più atteso del penultimo turno.

Quali record può centrare l’Empoli?
Tre pareggi di fila per la banda Andreazzoli, frenata comprensibile dopo il 1° posto e la promozione diretta già festeggiata con 360’ d’anticipo. Unica squadra dal destino già scritto, i toscani avevano interrotto a Carpi il numero di gare consecutive a segno (28) ma non la striscia d’imbattibilità lunga 26 turni. Nient’altro che due primati nella Serie B a 22 squadre, numeri d’eccellenza ritoccati dagli azzurri anche nella propria storia in categoria: 22 vittorie e 17 partite archiviate segnando almeno tre reti, vanti come il picco assoluto di punti (79) e di gol segnati (84) nella regular season. L’ultimo trend rende piuttosto difficile raggiungere il bottino realizzativo del Pescara 2011/12 (90 centri totali) e vanifica il tesoretto di 86 punti finali raccolto dal Palermo targato 2013/14. Gloria centrata invece dalla premiata ditta Caputo-Donnarumma, 46 centri in due come il tandem d’oro Immobile-Insigne nel Pescara di Zeman. E proprio il capocannoniere ‘Ciccio’ dista solo 2 gol dal miglior marcatore empolese di sempre in B, Éder, bomber da 27 reti nella stagione 2009/10.

Come procede la corsa alla promozione diretta?
Incertezza totale in ottica 2° posto, posizione che concede la Serie A bypassando i playoff. Imperdonabile l’harakiri del Parma (66 punti) sconfitto al Manuzzi, passo falso preceduto dalle conferme di Frosinone (68) e Palermo (67) che occupano quindi la pole position a 180’ dalla bandiera a scacchi. Detto del big match al Tardini, le due principali candidate al salto di categoria affrontano due pericolanti come Entella e Cesena a caccia di punti salvezza. Vietato dimenticare il Venezia (66), indubbiamente la squadra dalla parabola più esaltante con 5 successi di fila: Inzaghi rende visita alla Cremonese di Mandorlini dall’infinito tabù vittorie, confronto tra formazioni che un anno fa di questi tempi festeggiavano la promozione in B. Se in Laguna il sogno è il terzo exploit in altrettante stagioni, lo Zini vive una parentesi negativa senza fine.

La griglia playoff è definitiva?
Solo il distacco di 5 punti tra l’8° posto occupato dal Perugia e il Foggia non cala il sipario sulle partecipanti agli spareggi promozione, roulette che avrà una fisionomia definitiva appena certificata la seconda ammessa in Serie A. Certo è che gli umbri di Breda godono del vantaggio negli scontri diretti sia nei confronti dei pugliesi sia dello Spezia lontano 6 lunghezze, quanto basta per archiviare la post-season nel match casalingo contro il Novara. Oltre alle già citate concorrenti per la seconda posizione insieme al Bari, chi è già sicuro di presenziare ai playoff è il Cittadella in serie utile da 6 gare: Venturato prepara la trasferta a Carpi, proprio l’avversaria che la scorsa stagione costò l’eliminazione nel turno preliminare.

Quali novità nella lotta salvezza?
Innanzitutto sono due le new entry in panchina per gli ultimi 180’ del campionato: l’ex bandiera ligure Volpe sostituisce Aglietti sulla panchina dell’Entella, squadra confinata al terzultimo posto e prossima all’esame Frosinone a Chiavari. Va peggio alla Pro Vercelli ultima della classe a 37 punti, saldo condiviso con la Ternana ovvero l’avversaria attesa al Piola: qualora finisse in parità sarà aritmetica per entrambe la retrocessione in C, categoria che i piemontesi potrebbero affrontare con Grieco chiamato dalla Primavera a sostituire Grassadonia. Attualmente lo spareggio playout è d’attualità per Ascoli e Avellino dal recente 1-1 nello scontro diretto: 3 pareggi di fila per Cosmi che fa tappa a Pescara a +5 sui marchigiani, 6 turni senza gioie invece per Foscarini di scena a La Spezia. Tutt’altro che sereno il Novara a quota 43 punti nonché lontano 8 incontri dall’ultimo successo, soglia instabile anche per la Cremonese priva di vittorie addirittura da 18 gare. Importante lo scatto salvezza del Cesena prossimo al Palermo, una big come l’Empoli sul cammino del Brescia a caccia della permanenza definitiva in Serie B.

Amarcord e incroci in calendario?
Curioso il braccio di ferro per la Serie A diretta tra Frosinone e Palermo, candidata quest’ultima guidata da Stellone che da allenatore trascinò i ciociari dalla Lega Pro alla massima serie in un’impresa indimenticabile. Miglior marcatore dell’Entella con 12 gol, La Mantia ritrova proprio il Frosinone che lo svezzò nelle giovanili e in prima squadra tra Serie B e Lega Pro. Giornata da ex anche per gli emiliani Dezi e Di Cesare opposti al Bari nel big match al Tardini. L’anticipo al Partenio vede piuttosto il confronto tra Foscarini e Gallo dalla parentesi comune a Bergamo tra il 1995 e il 2001: il primo era tecnico dell’Alzano, il secondo copriva i gradi di centrocampista dell’Atalanta. Amarcord per due infine nell’incontro all’Adriatico: Pillon ha guidato l’Ascoli attraverso un doppio mandato a partire dal biennio 2001-2003 conquistando la B, categoria mantenuta nella stagione 2009/10 grazie alla salvezza raggiunta da subentrato. Cosmi allenò invece il Pescara nell’annata 2014/15, 15° posto in B che non valse la conferma in Abruzzo.

Quali sono le curiosità legate ai numeri?
Atteso dalla trasferta a Brescia, l’Empoli dei record ha tagliato due volte il traguardo dei 1000 gol in stagione: se lo scorso 17 aprile Bennacer realizzò il millesimo centro di questa Serie B, Donnarumma ha tagliato la stessa cifra del club azzurro in categoria contro la Cremonese. Numeri agli antipodi allo Zini tra Cremonese e Venezia, avversarie distanti anni luce sia per punti raccolti nel 2018 (13 contro 37) sia alla voce vittorie: 18 gare senza gioie per i grigiorossi, 5 successi di fila invece per Inzaghi. Discorso analogo in Carpi-Cittadella: se gli emiliani lamentano il peggiore attacco della B con 31 gol, il ‘Citta’ è la squadra regina per rendimento esterno con 11 vittorie e 37 punti totali. Pareggi quasi agli estremi allo Zaccheria tra Foggia e Salernitana (9 per Stroppa doppiato dai 18 granata), dati piuttosto da incubo nello scontro tra ultime della classe al Piola: si affrontano le due peggiori difese punite rispettivamente 67 e 73 volte, ma non è tutto nel duello tra Pro Vercelli e Ternana. I piemontesi lamentano il 2° bottino casalingo più magro con 23 punti, gli umbri detengono invece la palma nera in materia di punti in trasferta (solo 12).

Chi è stato il protagonista dell’ultimo turno?
Nel weekend che ha premiato il bis di La Gumina emulato dagli spezzini Gilardino e Marilungo, l’exploit dal peso specifico più importante è andato in archivio al Manuzzi: quando il Cesena pareva in ginocchio contro la corazzata Parma, l’uno-due del neoentrato Gabriele Moncini ai titoli di coda ha regalato una vittoria fondamentale nella lotta per non retrocedere. Giornata memorabile per l’attaccante classe 1996, 8 centri in campionato con due doppiette segnate al Pescara (4-2 romagnolo a dicembre) e proprio agli emiliani di D’Aversa: merito della staffetta con Jallow imposta da Castori, allenatore che ha assistito ai colpi del ragazzo del vivaio partecipando alla festa bianconera. Difficilmente raggiungerà quota 13 centri, bottino centrato un anno fa al Prato in Serie C quando faceva coppia con Tavano, tuttavia il timbro salvezza è di Moncini transitato anche nelle giovanili della Juventus.

Tutta la programmazione Sky in diretta

Avellino-Spezia (venerdì ore 20.30, diretta su Sky Calcio 1 HD)

Brescia-Empoli (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 5 HD)

Virtus Entella-Frosinone (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 3 HD)

Palermo-Cesena (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 2 HD)

Parma-Bari (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 1 HD)

Cremonese-Venezia (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 4 HD)

Carpi-Cittadella (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 9 HD)

Perugia-Novara (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 7 HD)

Foggia-Salernitana (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 6 HD)

Pescara-Ascoli (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 8 HD)

Pro Vercelli-Ternana (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 10 HD)

Fonte – Sport.sky.it

Commenti

commenti

Lascia un commento

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notifica di