Format Serie B: stop ricorsi, risarcimenti ai club

Tempo di lettura: 1 minuto

Ora non c’è più nessun dubbio: il campionato di Serie B 2018-19 resta a diciannove squadre e il torneo può proseguire senza più il rischio di ulteriori ribaltoni in corsa d’opera. È l’esito di un vero e proprio colpo di scena che si è consumato ieri al Consiglio di Stato.

LA RINUNCIA Riuniti in mattinata per discutere nel merito il ricorso presentato dalla Lega Serie B contro l’ordinanza del Tar che aveva riabilitato la stessa Serie B a 22, già sospesa in via cautelare dai giudici amministrativi di secondo grado, i quattro club presenti — Pro Vercelli, Ternana, Novara, Catania — hanno rinunciato alla richiesta di esecuzione dell’ordinanza stessa, firmata dal giudice Germana Panzironi. In questo modo le società confidano che venendo meno l’interesse della ricorrente (la Serie B), possa arrivare una pronuncia di improcedibilità da parte del Consiglio di Stato o, nella peggiore delle ipotesi per le sorti future delle società, una decisione favorevole alla Lega B, ma solo sul periculum, cioè sull’impossibilità di modificare il format a diciannove in questa stagione, che ormai ha consumato quasi un terzo delle sue partite. In entrambi i casi, comunque, la decisione del Consiglio di Stato, attesa per oggi, non pregiudicherebbe per le cinque società (anche il Siena) la possibilità di procedere a una ingente richiesta di risarcimento danni, realisticamente ormai l’unico obiettivo raggiungibile dai club medesimi.

Fonte – Gazzetta.it

Lascia un commento

Lascia un commento

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notifica di