Pescara-Perugia: 1-1

Tempo di lettura: 2 minuti

Termina in parità l’anticipo della 33^ giornata di B. Una bellissima rete dell’albanese sblocca il match ma, a venti minuti dal termine, un colpo di testa di Vido ristabilisce l’equilibrio finale. Gli ospiti restano in dieci nel finale per il doppio giallo a Sgarbi. Resta avvincente la lotta per i playoff

PESCARA-PERUGIA 1-1

29′ Memushaj (PES), 70′ Vido (PER)

Un punto a testa nell’anticipo della 33^ giornata tra Pescara e Perugia. Il primo tempo è avaro di grandi emozioni da entrambe le parti, almeno fin quando – al 29’ – Memushaj non tira fuori dal cilindro la magia che sblocca la gara. Nella seconda frazione di gioco gli umbri sembrano pronti a soccombere, ma in un paio di minuti riescono a tirare fuori l’orgoglio e trovano il pari con Vido. Alla fine termina in parità, un risultato che non accontenta nessuno e che colloca le due squadre in piena lotta playoff, con la squadra di Pillon ora 5^ in solitaria, a +4 da Nesta.
Magia di Memushaj, poi Vido firma il pari

Pillon cambia mezza difesa rispetto alla sconfitta di Ascoli, proponendo dal primo minuto Perrotta e Ciofani. Mancuso resta il bomber di riferimento in avanti, mentre dall’altra parte Nesta conferma la coppia Sadiq-Vido, con Verre alle sue spalle. La gara fatica ad accendersi, con il Pescara che prova a imporre il suo ritmo, senza tuttavia riuscire a prevaricare gli umbri. Il primo brivido arriva sulla verticalizzazione per Marras che angola il mancino, ma calcia debolmente. Dall’altra parte, invece, la chance capita, sugli sviluppi di un angolo, a Carraro: il centrocampista raccoglie una sponda involontaria e si coordina al volo, non riuscendo però a mantenere bassa la traiettoria da pochi metri. Si arriva senza particolari sussulti a un passo dalla mezz’ora, momento in cui i padroni di casa passano in vantaggio. Memushaj si fionda sulla ribattuta della barriera e fa partire un destro al volo dai 25 metri che si infila all’incrocio. L’albanese prende fiducia e ci riprova poco dopo, ma il risultato nonè lo stesso. Nesta inserisce subito Bianco e Falzerano in avvio di ripresa, ma è il Pescara a rientrare dall’intervallo con l’efficacia maggiore, andando un paio di volte vicino al raddoppio. Ciofani conclude un bel triangolo con Marras e chiude col mancino, trovando la deviazione che indirizza la sfera fuori di un soffio. Pochi giri di orologio dopo, poi, Brugman tenta la semi-rovesciata e non inquadra lo specchio della porta. Il Perugia si risveglia a metà secondo tempo e spaventa gli 11 di Pillon con una mischia in area piccola che porta al tiro Sgarbi, con Ciofani decisivo a salvare sulla linea. Il gol, però, è solo rimandato. Al 70’, infatti, il neo entrato Falzerano pesca in mezzo Vido, bravissimo nella torsione di testa che regala il pari ai suoi. La rete cambia lo scenario del match, con gli ospiti a un passo dalla rimonta completa con lo stesso Vido, vanificata dall’ottima copertura di Scognamiglio. La situazione per Nesta si complica con l’espulsione per doppio giallo rimediata da Sgarbi a otto minuti dal termine, ma gli abruzzesi non hanno più la forza di prendersi i tre punti.

TABELLINO

PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Ciofani (88′ Balzano), Perrotta, Scognamiglio, Del Grosso; Memushaj, Brugman (77′ Crecco), Bruno; Marras, Mancuso, Sottil (84′ Bellini). Allenatore: Pillon

PERUGIA (4-3-1-2): Gabriel; Rosi, Gyomber, Sgarbi, Mazzocchi; Michael (54′ Falzerano), Carraro (46′ Bianco), Dragomir; Verre (84′ El Yamiq); Sadiq, Vido. Allenatore: Nesta

Ammoniti: Perrotta, Sottil, Scognamiglio

Espulsi: Sgarbi all’82’ per doppia ammonizione

Fonte – Sport.sky.it

Lascia un commento

Lascia un commento

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notifica di