Foggia, ricorso inammissibile: confermata la penalizzazione

Tempo di lettura: 1 minuto

Ricorso inammissibile, confermata la penalizzazione. Una bella doccia fredda per il Foggia, che avrebbe voluto vedersi ridefinita la penalizzazione con conseguente riscrittura della classifica finale di serie B. L’udienza è durata oltre un’ora e la decisione è stata decisamente negativa per i pugliesi: il ricorso è stato infatti reputato inammissibile, confermati quindi i 6 punti di penalizzazione. Niente da fare quindi, Foggia viene retrocesso in serie C.

Fonte – Tuttomercatoweb.com

Lascia un commento

4
Lascia un commento

Please Login to comment
4 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
4 Comment authors
Dome 12foggianopiacentinoUlisse67Maurizio52 Recent comment authors

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
nuovi vecchi più votati
Notifica di
Maurizio52
Membro
Maurizio52

Il comunicato ufficiale parla di reato commesso da Fedele e Franco Sannella, ma Franco è stato assolto.
Strano!!!

Ulisse67
Membro
Ulisse67

Come volevasi dimostrare. Lotito è il padrone del calcio in Italia in questo momento è le vittorie nei tribunali sportivi lo dimostra. Non dobbiamo piangere per Lotito ma per quello che hanno combinato NEMBER e Grassadonia. Sono loro i responsabili della retrocessione il primo per aver arricchito calciatori e procuratori inutili, il secondo per la sua evidente ed assolutamente certa incapacità di fare l’allenatore, di dare schemi ed organizzazione di gioco e di preparare atleticamente la squadra. Sparissero da Foggia. I Sannella poi sono colpevoli per la penalizzazione, per aver fatto girare soldi in nero in società: ha ragione chi… Leggi altro »

foggianopiacentino
Membro
foggianopiacentino

Ma sto lotito fa quello che vuole? E glielo permettono? Mha ,non e possibile ,se la salernitana era già salva,i play out si facevano,ma i politici dove c…o stanno

Dome 12
Membro
Dome 12

NOI DEL SUD SIOMO SOLO DEI CAPRONI.