Serie B, capitolo iscrizioni: tra formalità e situazioni ambigue ecco il punto sulle squadre interessate

Tempo di lettura: 2 minuti

ISCRIZIONI SERIE B – A meno di una settimana dalla scadenza per iscriversi regolarmente alla Serie B ci sono diverse situazioni se non complesse quantomeno anomale in cui la certezza aritmetica del regolare procedimento in tal senso non è assicurata. In altri casi, invece, non ci saranno problemi ma ad oggi si attende qualche giorno prima di completare tutto l’iter burocratico.

TRAPANI – Con la promozione in Serie B si sono fatti avanti molti pretendenti per acquistare la società ma i tempi stringono. Secondo quanto raccolto dalla nostra Redazione, non è ancora conclusa la trattativa tra Giorgio Heller e il Trapani. In giornata i delegati della F.M Service S.r.l dell’attuale presidente Maurizio De Simone hanno intavolato con l’avvocato Giovanni Palma un diverso discorso per ciò che concerne il futuro del club. L’ex vice-presidente della Juve Stabia sarebbe disposto a rilevare il 50% delle quote societarie e fornire le indispensabili garanzie economiche per affrontare l’iscrizione e la disputa del campionato di Serie B appena conquistato sul campo.

CHIEVO – Silenzio tombale in casa Chievo in queste ultime settimane. Nelle ultime settimane, le voci che ipotizzavano problemi di iscrizione per il prossimo campionato di Serie B, non sono state smentite dalla società. Stando a quanto si apprende da trivenetogoal.it, nella giornata di domani potrebbero arrivare aggiornamenti, magari insieme all’annuncio di Michele Marcolini sulla panchina. Quello che è certo, sono le cifre relative al debito netto della società, pari a 53 milioni, nonostante ciò, i giocatori non sono al centro di insistenti rumors di mercato, in modo da poter portare soldi freschi nelle casse della società. La situazione inizia ad essere snervante e nei prossimi giorni potrebbero esserci notizie positive, oppure negative.

PALERMO – La proprietà ha assicurato sulle scadenze ma i tempi sono strettissimi ed il Palermo deve pagare gli stipendi di marzo-aprile, i costi standard per l’iscrizione e la sanzione di 500mila euro inflitta dopo la sentenza di fine maggio. Tempi stretti e tante cose da fare.

PORDENONE – Per il club neroverde la posizione meno ambigua e più chiara: prosegue la campagna di raccolta fondi ma a prescindere il presidente Lovisa condurrà la nave in porto. Manca solo l’ufficialità che arriverà prima della scadenza fissata. L’ufficialità della Dacia Arena come prossimo stadio per la B è un segnale chiaro ed eloquente.

Fonte – Pianetaserieb.it

Lascia un commento

Lascia un commento

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notifica di