Foggia Calcio, si indaga per autoriciclaggio: in nove finiscono sotto inchiesta

sannella
Reading Time: 2 minutes

Oltre ai due fratelli Franco e Fedele Sannella, i due ‘patron’ del Foggia Calcio, tra gli altri sono coinvolti nell’inchiesta anche Roberto Pierre Jean Dellisanti, amministratore delegato del Foggia Calcio, il presidente della squadra Lucio Adolfo Fares e l’imprenditore Andrea Angiuli.

“Dai rapporti informativi della Guardia di Finanza è emerso che la Satel srl il cui rappresentate è Francesco Domenico Sannella ha utilizzato fatture per operazioni inesistenti. Il provento di questi reati potrebbe essere stato impegnato nella gestione del Foggia Calcio. Tale impiego è riconducibile al delitto di autoriciclaggio”. È quanto scrive la Procura di Foggia nei decreti di perquisizione e sequestro eseguiti ieri dalla Guardia di finanza, nell’ambito dell’inchiesta sul presunto riciclaggio di soldi utilizzati nel Foggia Calcio.

L’indagine al momento conta nove indagati ipotizzando i reati di riciclaggio, violazione in materia di reati tributari e false comunicazioni sociali. Oltre ai due fratelli Franco e Fedele Sannella, i due ‘patron’ del Foggia Calcio, tra gli altri sono coinvolti nell’inchiesta anche Roberto Pierre Jean Dellisanti, amministratore delegato del Foggia Calcio, il presidente della squadra Lucio Adolfo Fares e l’imprenditore Andrea Angiuli.

Procura e Guardia di Finanza sono interessati ai rapporti intercorsi tra la Satel del gruppo Sannella e la General Street il cui legale rappresentante è l’imprenditore Angiuli di San Severo. La Satel è risultata fornitore della Daunia Green Energy di cui era amministratore unico Raffaele Zammarano, costruttore foggiano destinatario di perquisizioni da parte dei finanzieri ma che non risulta indagato nell’inchiesta.

La Procura intende inoltre verificare i rapporti tra Francesco Sannella con un altro costruttore foggiano, Armando Russo, anche lui al centro di perquisizioni ma non indagato. Testualmente, i magistrati vogliono “ricercare la natura effettiva dei rapporti emersi tra Raffaele Zammarano ed Andrea Angiuli, nonché tra Armando Russo e il Foggia Calcio”. E “ricercare – si legge nel decreto – qualsiasi collegamento tra la Satel srl, la Sannella Holding 2 la Esseci srl, Foggia Calcio con le seguenti società Eco Edil Pinto srl, Pintocoop Società Cooperativa, Daunia Green Energy srl, Pianeta Immobiliare srl, Stabile srl e Fin.Gest srl. Si tratta di soggetti giuridici coinvolti nella fatturazione per operazioni inesistenti”.

Fonte – Bari.repubblica.it

Lascia un commento
Subscribe
Notifica di

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Comment
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Micky
Micky
1 Anno fa

ragazzi io smetterei di parlare di fatture false, ecc perché non sono problemi che riguardano più il foggia Calcio ed inizierei ad allarmarmi seriamente del fatto che tra non molto chiuderanno le iscrizioni a qualsivoglia campionato, eccellenza compreso.
Si può o no rifondare il Foggia almeno a livello di serie D ??
Qualcuno ne ha intenzione ??
Occupiamoci e preoccupiamoci solo di questo !!
Azionariato popolare è un’ ipotesi solo se c’è una regia moralmente ineccepibile e tecnicamente (da punto di vista legale e finanziario) capace. Ed anche qui occorre che il regista si proponga alla svelta !