Ricorso Foggia, il Collegio di Garanzia del CONI fissa la data dell’udienza

Tempo di lettura: 2 minuti

L’udienza al Collegio di Garanzia del CONI dopo il ricorso del Foggia contro la FIGC, la Lega Serie B, la Salernitana e il Palermo per l’annullamento della decisione della Corte Federale d’Appello pubblicata il 29 maggio, si svolgerà giorno 22 luglio alle ore 14.

Il Foggia chiede chiede l’annullamento di tutti gli atti connessi alla sentenza e l’eventuale riammissione in esubero alla prossima Serie B (che in tale scenario sarebbe a 21 squadre) oppure il risarcimento dei danni relativi alla loro esclusione dalla Serie B (ritenuta “illegittima”) per un valore stimato dai legali non inferiore a 34 milioni di euro.

Secondo il Collegio di Garanzia del CONI, ci sono “profili di rilevanza e di principio tale da determinare la pronuncia delle Sezioni unite, in relazione ai soggetti interessati, alla materia del contendere ed ai suoi effetti sul piano dell’ordinamento sportivo”.

Ecco la nota:

“Visto il ricorso presentato l’8 luglio 2019 dalla società Foggia Calcio contro la Federazione Italiana Giuoco del Calcio, la Lega Nazionale Professionisti Serie B, L’unione sportiva Salernitana e contro l’U.S. Palermo per l’annullamento della decisione della Corte Federale di Appello della Figc pubblicata il 29 maggio. Preso atto che il ricorso è rivolto al Collegio di Garanzia dello Sport presso il CONI e, segnatamente, alla Sezione sulle controversie in tema di ammissione ed esclusione dalle competizioni professionistiche. Ritenuta d’ufficio la sussistenza, nel caso di specie, di profili di rilevanza e di principio tale da determinare la pronuncia delle Sezioni unite, in relazione ai soggetti interessati, alla materia del contendere ed ai suoi effetti sul piano dell’ordinamento sportivo. Ritenuta d’ufficio la sussistenza di ragioni di urgenza che giustificano la determinazione dell’abbreviazione dei termini di cui all’art. 60, commi 1 e 4, del Codice della Giustizia Sportiva. Assegna la controversia di cui al ricorso in epigrafe delle Sezioni Unite, per il seguito di competenza, ai sensi dell’art. 57, comma 4. del Codice della Giustizia Sportiva, per la relativa discussione e disamina, in occasione della prossima sessione di udienze delle Sezioni Unite, programmata in data 22 luglio 2019, a partire dalle ore 14.00”.

Fonte – Stadionews.it

Lascia un commento

1
Lascia un commento

Please Login to comment
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Micky Recent comment authors

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
nuovi vecchi più votati
Notifica di
Micky
Membro
Micky

Co.mUnque ci sarebbe da mAngiarsi le mani x aver liberato giocatori a parametro zero
E cmq ci vogliono i soldi e le carte x potersi iscrivere alla b (comprese le liberatorie).

Iniziando la preparazione, se mettono insieme all’ultimo minuto 20 giocatori raccimolati di qua e di là, a circa 20 gg da inizio campionato.

Se l’intenzione era giocare la B, occorreva iscriversi in C e pagare stipendi.

A parte tutto secondo me diranno che la penalizzazione Palermo è giusta, e che quindi non c’è stato danno alla luce del poi.