Top & Flop di Foggia-Turris

Reading Time: 3 minutes

Termina con un pareggio la sfida allo zaccheria tra Foggia e Turris: 2-2 il finale con la doppietta di Curcio al 44′ ed al 68′ e le reti di Longo al 17′ del primo tempo e Pandolfo al 54′ della ripresa.

Primo tempo vivacissimo che stava per concludersi in maniera non veritiera rispetto a quelli che sono stati i fatti visti in campo, con un Foggia voglioso e molto più pericoloso della Turris che praticamente si affaccia in avanti solo in 2 occasioni: sugli sviluppi di una punizione battuta da Franco e che non vede Longo mettere in rete di un soffio, ed al 17′ nell’occasione del vantaggio campano, quando Pandolfi sfrutta un errore di Gavazzi in fase d’impostazione e da via all’azione del gol-tapin di Longo, arrivato dopo una conclusione da fuori di Tascone che si stampa sulla traversa e rientra in campo. Per il resto è solo Foggia che è vivo dal primo all’ultimo minuto di tempo. Moltissime le occasioni create dai rossoneri. Ci provano a più riprese Curcio e D’Andrea con quest’ultimo non abile a sfruttare una palla vagante in area ed insaccare di testa a due passi da Abagnale, ci prova anche Gentile da fuori trovando un miracoloso Abagnale volare all’angolino destro basso e mettendo in corner un gol già fatto. Kalombo e Di Jenno spingono e creano superiorità; è da li che arriva l’occasione che porta al meritato pareggio rossonero al 44′: palla in profondità all’altezza del vertice destro dell’area della Turris raccolta dalla testa di D’Andrea che riesce a darla in dietro per Curcio, l’attaccante rossonero non ci pensa due volte e di volè calcia un pallone che si insacca all’incrocio lontano.

Secondo tempo che riparte in maniera brusca per il Foggia che non trova quella spinta he poteva arrivare dall’aver trovato l’1-1 in conclusione di tempo. Tutt’altro invece: esce la Turris che non concede le offensive rossonere e ingrana la marcia. Lo si vede già al 11′ quando i campani approfittano di uno svarione a centrocampo della formazione pugliese con Kalombo, che lascia li una palla scottante pronta per essere servita per Pandolfi in profondità; così avviene e l’attaccante non deve far altro che correre su una prateria vuota e dal limite insaccare alla spalle di Fumagalli il gol del vantaggio. Non crea praticamente nulla il Foggia dopo il gol subito e sembra subire il colpo fino al 20′ quando invece trova l’evento per rimettere sui giusti binari il match: D’Andrea insegue in area una palla che non viene difesa a dovere da Lorenzini, sfugge l’attaccante foggiano che viene steso dallo stesso Lorenzini e conquistando il rigore che porterà poi Curcio a siglare, spiazzando Abagnale, il 2-2 finale. Agguantato il pareggio Marchionni prova a cambiare le cose in campo nel tentativo di far bottino pieno ed inserendo Garofalo e Dell’Agnello. Da questo momento in poi viene meno la presenza in campo della Turris, che non si renderà mai più viva nella metà campo rossonera e lasciando al Foggia il pallino del gioco. Foggia però Non troppo abile a sfruttare le occasioni che si crea perlopiù con tiri da lontano di Salvi e Rocca, non riuscendo a trovare la via del terzo gol che avrebbe portato alla vittoria. Può dirsi soddisfatto il tecnico rossonero per quello che hanno fatto vedere i loro uomini, un po’ meno quello della Turris che, salvo alcune flebili opportunità, ha creato ben poco.

Come di consueto, ecco i Top & Flop del match:

TOP:

Curcio(Foggia): E’ l’autore dei due gol che hanno permesso al Foggia di agguantare il match per ben due volte. Da la carica a questa squadra e si accolla la responsabilità. Presente in tutte le parti del campo, non si tira mai indietro. Abile, con le sue giocate, a togliere le castagne dal fuoco nei momenti di difficoltà, come lo è quella che porta al gol del temporaneo pareggio in chiusura di tempo: volè di prima che si insacca all’incrocio dei pali e manda i suoi all’intervallo con maggior tranquillità mentale. Rigore calciato egregiamente. ANIMA

Longo (Turris): Oggi nelle poche occasioni avute, riesce a fare quel che deve e a farlo bene: insacca il gol del vantaggio ed indirizza la partita. Non moltissime le palle giocabili per lui oggi ma oltre al gol riesce a mettere i brividi in un paio di occasioni sottoporta a Fumagalli. Di gran lunga il più attivo dei suoi insieme a Pandolfo. GAGLIARDO

FLOP

Gavazzi-Kalombo (Foggia): Finiscono tra i flop il duo Gavazzi-Kalombo più che per demeriti generali, per demeriti specifici: entrambi i gol della Turris partono da loro pasticci che permettono l’azione del gol. Prima Gavazzi che, in fase d’impostazione si fa rubare il pallone da Pandolfo che genererà l’azione del gol di Longo; poi Kalombo che a centrocampo cade e lascia li la palla che viene servita in profondità per lo stesso (fortunato oggi) Pandolfo che insacca in contropiede. DISATTENTI

Lorenzini: (Turris) Non una partita particolarmente fortunata per lui che per la maggiorparte del match si vede costretto a correre all’indietro per non concedere spazio alle numerose palle in profondità tentate oggi dal Foggia. Nel farlo però spesso inciampa in alcuni errori ed anche fatali, come è stato nell’occasione del rigore concesso al Foggia: atterra in area D’Andrea che gli era scappato rimediando anche un giallo. FATALE

Fonte – Tuttoc.com

Lascia un commento
Subscribe
Notifica di

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments