La Top 11 del Girone C di Serie C: Fumagalli pararigori, Partipilo va volare la Ternana

Reading Time: 2 minutes

E’ andata in archivio l’11^ giornata del Girone C di Serie C. Questi i risultati:

Avellino-Monopoli rinv.
Bari-Ternana 1-3
Bisceglie-Casertana rinv.
Cavese-Foggia 0-1
Francavilla-Catanzaro 1-1
Palermo-Paganese 2-1
Teramo-Catania 1-0
Turris-Juve Stabia 1-1
Vibonese-Potenza 1-0
Ha Riposato: Viterbese

Di seguito la TOP 11 di TuttoMercatoWeb.com che opta per 4-3-1-2

Fumagalli (Foggia): nel momento decisivo della partita para un calcio di rigore ad un giocatore forte ed esperto come Favasuli. Non è la prima volta che il portiere bergamasco neutralizza dagli undici metri. Chapeau

Rainone (Turris): praticamente due reti in fotocopia quelle a cui abbiamo assistito al “Liguori”. Codromaz chiama, Rainone risponde. E il suo colpo di testa è perfetto per stile e per scelta di tempo.

Fazio (Catanzaro): batte Crispino con uno splendido colpo di testa sfruttando un assist perfetto di Carlini dalla sinistra. E’ sempre pericoloso sulle palle inattive a favore.

Codromaz (Juve Stabia): sugli sviluppi di un calcio d’angolo stacca più in alto di tutti e segna un gol prezioso quanto bello. In un derby, poi, ha sempre un sapore particolare.

Ciofani (Bari): segna su un’azione ormai tipica del repertorio del Bari. Cross di D’Orazio dalla sinistra e taglio sul versante opposto di un difensore che si sta riscoprendo goleador e che ha battuto Iannarilli con la freddezza dell’attaccante di razza.

Zenuni (V.Francavilla): è forse il gol più bello della giornata. Il suo missile dai 30 metri non lascia scampo a Branduani e fa esplodere di gioia tutti i suoi compagni di squadra. Una magia da pelle d’oca.

Ambro (Vibonese): conoscendo Capuano si sarà arrabbiato moltissimo per aver subito gol sugli sviluppi di un calcio piazzato. Nessuno schema chissà quanto articolato, sia chiaro, ma una carambola che favorisce il centrocampista che, da due passi e praticamente solo, insacca per l’1-0 a 3 minuti dalla fine.

Kalombo (Foggia): dopo anni in prestito senza trovare continuità, finalmente si sta ritagliando uno spazio importante. Evitasse qualche fallo di troppo in zone pericolose del campo potrebbe essere davvero un valore aggiunto, per rapidità e incisività in fase di spinta. Del resto era stato elogiato dall’ex commissario tecnico della Nazionale Ventura esattamente un anno fa, non propriamente l’ultimo arrivato.

Ilari (Teramo): gli bastano tre minuti per indovinare il sinistro giusto e battere il Catania. Ormai gli abruzzesi rappresentano una splendida realtà di questo girone.

Saraniti (Palermo): l’abbraccio con Boscaglia dopo il gol vale più di mille parole e conferma che la gestione “bastone e carota” da parte del mister abbia funzionato. Prima rete casalinga, bella e pesante per la classifica e per il morale.

Partipilo (Ternana): “E segna sempre lui” sta diventando il tormentone di una tifoseria che lo ha eletto idolo indiscusso, è colui che finalizza un gioco corale di grande qualità. Sul gol del’1-0 scatta sul filo del fuorigioco e sblocca il risultato con freddezza e grande senso della posizione. Sfiora il raddoppio a ripetizione prima di sfruttare una indecisione tra Frattali e Perrotta.

Fonte – Tuttomercatoweb.com

Lascia un commento
Subscribe
Notifica di

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments