Foggia-Zeman, la crisi è rientrata. E prolunga al 2023

Reading Time: < 1 minutes

Sanata la rottura tra il club e il d.s. Pavone Il tecnico e tutto lo staff hanno rinnovato.

Zemanlandia non lascia Foggia, anzi rad doppia. Quando la rottura tra il patron
Nicola Canonico e il direttore sportivo Peppino Pavone sembrava aver avviato un processo irreversibile, è arrivato il clamoroso dietrofront. Non solo il d.s. è tornato al suo posto, così
come aveva chiesto il boemo, ma a tutto lo staff tecnico è stato rinnovato il contratto sino a giugno
2023. Il presidente rossonero a sorpresa ha voluto rilanciare il progetto, ripartendo proprio da
Zeman e Pavone. «Siamo felici di aver trovato la giusta intesa e aver prolungato già da ora il rapporto che sancisce la continuità – spiega il presidente Canonico -. Con il tecnico c’è stato sempre rispetto, ora rinforzeremo la squadra sul mercato. Il mio obiettivo è quello di far bene, le critiche de-
gli ultimi giorni mi sono scivola- te addosso».

Mercato A Pavone sono stati chiesti i colpi per rinforzare la rosa, per provare ad arrivare il più
in alto possibile in classifica già in questo campionato. Una delle motivazioni principali della rottura era stata proprio la condivisione di idee sulle operazioni di mercato. Alla fine anche su questo ieri pomeriggio si è trovata un’intesa, già in serata è stato annunciato l’arrivo del centrocampista Alessandro Di Paolantonio. «Non sarà l’ultimo, faremo dei colpi fino alla chiusura del mercato – annuncia Canonico -. Mastour? È in prova, sarà il mister nelle prossime settimane a decidere se tesserarlo o meno».

Fonte – Gazzetta.it

Subscribe
Notifica di

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments