Cittadella-Foggia 3-1:finale

Tempo di lettura: 1 minuto

Il Foggia dice addio ai sogni play off e lo fa perdendo lo scontro diretto al Tombolato contro il Cittadella che sicuramente è sembrato più tonico dei rossoneri. La partita vede il primo tempo condizionato dal gran caldo con le due squadre che giocano con il freno a mano tirato, l’unica azione degna di nota capita sui piedi di Kouame che impegna Noppert. Nella seconda frazione di gioco sono i padroni di casa a sembrare più in palla, tanto che dopo appena due minuti vanno in vantaggio grazie ad una dormita generale della difesa rossonera, Kouame indisturbato devia la palla in rete ed amaranto in vantaggio. I satanelli provano a reagire e grazie al solito eurogol di Deli riacciuffano il pareggio, ma passa appena un minuto ed il Cittadella si riporta nuovamente in vantaggio con Schenetti che dal limite lascia partire un fendente che beffa il portierone olandese. A questo punto i satanelli sono alle corde ed addirittura i padroni di casa arrotondano il risultato con Vido che con un diagonale mette a segno il gol del definitivo tre a uno.

Redazione Foggialandia.it

Lascia un commento

1
Lascia un commento

Please Login to comment
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Attila Recent comment authors

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
nuovi vecchi più votati
Notifica di
Attila
Membro
Attila

Stroppa non sa cambiare modulo da una partita all’altra. Mazzeo é cotto, anche se un paio di azioni a partita le crea. Nicastro: non mi resta mai un ricordo degno di nota. Ma Stroppa si fissa. Non puoi giocare col cittadella con i 3 dietro. Agnelli non puó sbagliare 3 stop/passaggi su 4. Meglio sempre Agazzi. Greco tecnico ma lento. La differenza oggi l’ha fatta la condizione atletica. Piú freschi (e giovani) gli avversari. Piú concreti. Basta con la palla giocata da dietro. Non si puó vedere, Stroppa. Non sono questi gli uomini che possono farlo. É mortificante per loro… Leggi altro »