Gregucci non teme l’effetto Zaccheria. “Quando l’arbitro fischia saremo 11 contro 11”

gregucci
Tempo di lettura: 1 minuto

Nervi saldi e la giusta tensione agonistica. Questa la ricetta di mister Angelo Gregucci per la sfida della verità dello stadio Zaccheria. Domenica alle 20.45 l’Alessandria si gioca tutta la stagione a Foggia, da battere per poter avvicinarsi a un traguardo atteso in città da troppo tempo. “E’ una partita importantissima” ha detto il tecnico dei grigi “non dovremo commettere errori dal punto di vista disciplinare che potrebbero condizionare la gara. In questo può contare l’esperienza. E poi dobbiamo ragionare nell’ottica degli eventuali tempi supplementari, o dei rigori.”

Saranno quasi 17 mila i tifosi rossoneri che riempiranno lo stadio pugliese ma, per il tecnico, conterà soprattutto quello che succede in campo: “Partiamo dallo 0-0 e siamo sempre 11 contro 11. Dovremo avere la necessaria lucidità per restare sempre lucidi dal punto di vistra psicologio. Quest’anno il Foggia ha giocato un ottimo calcio, è un avversario che rispettiamo ma non abbiamo timore. Non c’è un favorito, conteranno le sfumature.”

Unico assente Leonardo Terigi, mentre Simone Branca è completamente recuperato. Contro i satanelli, quindi, i grigi potranno schierare la formazione tipo: Vannucchi tra i pali, in difesa Celjak e Sperotto sulle fasce, con Morero e Sosa in mezzo, a centrocampo toccherà a Branca, insieme a Mezavilla e Nicco, in attacco spazio a Bocalon, con ai lati Marras e Iocolano.

Fonte – Radiogold.it

Lascia un commento

1
Lascia un commento

Please Login to comment
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Frax Recent comment authors

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
nuovi vecchi più votati
Notifica di
Frax
Ospite
Frax

Leggendo i forum di Alessandria, laggiù stanno saltando di gioia per gli infortuni in difesa del Foggia!!! Probabilmente hanno ragione. Proprio adesso che in difesa avevamo raggiunto la quadratura del cerchio si è abbattuto l’infortunio irrimediabile a Gigliotti, per non dire di Angelo di cui non ci è dato sapere le “vere” condizioni. Dico peró agli “amici” di Alessandria che idalla cintola in su è il Foggia titolare, straboccante di salute, quello che butta 3/4 goal a partita a qualsiasi squadra incontri (vero Cittadella?). Avremo anche la difesa inventata ma arriveranno mai in area questi dell’Alessandria contro l’interdizione a centrocampo… Leggi altro »