Il Foggia fallisce il colpaccio, Ganz lo punisce di testa: va avanti il Verona

Sarà il Verona l’avversario del Crotone nel terzo turno di Tim Cup. Illude Letizia, poi ribaltano il match Luppi e Ganz. Agnelli-Sarno falliscono l’occasione del colpaccio

Ancora una volta il Verona ferma la corsa del Foggia nella Tim Cup. Com’era accaduto nel 2015, gli scaligeri battono il Foggia in rimonta ma questa volta di misura. I rossoneri escono a testa alta dalla competizione, dimostrando di essere compagine di ben altra categoria rispetto alla Lega Pro. Ai ragazzi di mister De Zerbi non è bastato un maggior possesso palla al cospetto di una compagine, quella di mister Pecchia, candidata a riconquistare subito la serie A

PRIMO TEMPO. Il Verona non vede palla per tre minuti ma alla prima occasione va vicino al vantaggio con Pazzini, che in girata e a portiere battuto colpisce il palo. I rossoneri reagiscono e al decimo spaventano gli scaligeri. Chiricò entra in area e fa partire un tiro assist che prima di raggiungere Sarno viene ribattuto in rete da Romulo. Per l’assistente di gara è fuorigioco. Una decisione inspiegabile che però non scoraggia gli ospiti.

Al 19esimo una strepitosa azione del Foggia impreziosita dall’assist finale di tacco di Agnelli, viene trasformata in rete da Letizia. I gialloblu non ci stanno e al 23esimo reclamano un penalty, ma il fallo di mano non c’è. Al 26esimo uno straripante Chiricò avrebbe l’occasione per chiudere i conti ma il suo tiro viene ribattuto da un difensore. Al 39esimo sugli sviluppi di un calcio d’angolo il Verona pareggia i conti con Luppi, che aveva fallito il pari pochi minuti prima. Il primo tempo termina qui.

SECONDO TEMPO. Nella ripresa la gara è combattuta ma i valori tecnici escono fuori. Ciononostante, al minuto 64 Sarno fallisce il colpaccio: Agnelli elude la trappola del fuorigioco e si invola verso la porta, ma invece di calciare la appoggia sull’accorrente Sarno che si fa murare da Nicolas. Al 78esimo il gol che decide l’incontro. Ganz, all’esordio con i gialloblu, supera Guarna di testa: è 2 a 1. I rossoneri ci provano fino alla fine e all’88esimo Angelo rischia di beffare il portiere avversario con un cross deviato all’indirizzo della porta da un difensore.

Così De Zerbi a fine gara ai microfoni di Rai Sport: “Sono contento della voglia di giocare la palla, un po’ meno sulla cattiveria e sulla gestione individuale della palla. Abbiamo avuto l’occasione per vincere la partita, ma abbiamo giocato come vogliamo. Mi sarebbe piaciuta un po’ più di convinzione”

Fonte – Foggiatoday.it

Commenti

commenti

Lascia un commento

Commenta per primo

  Subscribe  
Notifica di