Roma, spunta uno striscione dei tifosi del Foggia di fronte la sede del Tribunale Federale Nazionale

tifosi2
Tempo di lettura: 1 minuto

Ad affiggerlo un gruppo di tifosi rossoneri come protesta alla richiesta avanzata dal procuratore federale Giuseppe Chinè che ha chiesto la retrocessione della società dauna all’ultimo posto nella corrente stagione calcistica con conseguente retrocessione in serie C.

lo striscione comparso in serata di fronte la sede del Tribunale Federale Nazionale di Roma dove nei giorni scorsi si è tenuta l’udienza a carico del Foggia calcio e di 37 tesserati tra dirigenti sportivi, allenatore e calciatori accusati di aver percepito pagamenti con soldi in nero.

“Solo i vigliacchi abusano del prioprio potere, giù le mani dal Foggia”. Ecco lo striscione comparso in serata di fronte la sede del Tribunale Federale Nazionale di Roma dove nei giorni scorsi si è tenuta l’udienza a carico del Foggia calcio e di 37 tesserati tra dirigenti sportivi, allenatore e calciatori accusati di aver percepito pagamenti con soldi in nero. Ad affiggerlo un gruppo di tifosi rossoneri come protesta alla richiesta avanzata dal procuratore federale Giuseppe Chinè che ha chiesto l arrtrocessione della società dauna all’ultimo posto nella corrente stagione calcistica con conseguente retrocessione in serie C. La sentenza con le motivazioni potrebbe giungere già nella giornata di domani. Intanto il nome di Chinè non è nuovo al governo guidato da un uomo della Capitanata, il foggiano Giuseppe Conte. Infatti il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti, ha nominato come nuovo Capo di Gabinetto del MIUR proprio il procuratore federale Giuseppe Chiné. Ironia della sorte proprio lui che potrebbe decretare la fine della permanenza del afoggia Calcio in serie B.

Fonte – Ilmattinodifoggia.it

Lascia un commento

Lascia un commento

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notifica di