Il Brindisi prende le distanze dal Taranto: il comunicato della società

Tempo di lettura: 1 minuto

La SSD Brindisi Football Club, nella persona del presidente Ing. Umberto Vangone, prende le distanze dalle affermazioni del presidente del Taranto FC 1927, Massimo Giove, rilasciate nella zona limitrofa alla Sala Stampa dello stadio “Pino Zaccheria” di Foggia, al termine della gara di campionato Foggia-Taranto – disputatasi nella giornata di ieri e valevole per la 6^ giornata del Campionato Nazionale Serie D girone H -, nelle quali, rivolgendosi a tesserati del Foggia, auspicava un clima ostile in occasione della prossima gara di campionato Brindisi-Foggia.

La Società, dissociandosi da tali dichiarazioni che possano destabilizzare un ambiente sereno, rimembra il ruolo dello sport come veicolo di valori quali rispetto, educazione, aggregazione e condivisione sociale. Pertanto, la SSD Brindisi Football Club, in vista dell’incontro di calcio Brindisi-Foggia, in programma domenica 13 ottobre allo stadio “Franco Fanuzzi” di Brindisi, dove indubbiamente le due compagini si daranno battaglia in campo fino all’ultimo minuto, garantisce la massima ospitalità e collaborazione a tutta la dirigenza del Calcio Foggia 1920.

Fonte – Tuttoseried.com

Lascia un commento

2
Lascia un commento

Please Login to comment
2 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
2 Comment authors
MickyValenciaFG Recent comment authors

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
nuovi vecchi più votati
Notifica di
ValenciaFG
Membro
ValenciaFG

Mamma santa che categoria! … Grazie presidente per la sua difesa, grazie per farci sentire rappresentati una volta tanto. Vincere solo vincere

Micky
Membro
Micky

Se fossi io il presidente inviterei per prassi., ogni pre partita, il presidente della squadra ospite ed il suo seguito, a prendere un rinfresco, un caffè, insomma un momento conviviale insieme. Ne beneficerebbe lo sport ma anche il loro business perché sarebbe un modo per ampliare rapporti, conoscenza, farsi nuove idee, amici in altri settori che un domani potrebbero sempre tornare utili. Invece vedo che il calcio ci rende un po’ tutti passionali ma anche infantili…. Lo dico anche a me stesso quando salto e dico “chi non zomp é nu bares” e poi penso che è un qualcosa che… Leggi altro »