A Foggia è caccia al biglietto ma anche da Alessandria

alessandria
Tempo di lettura: 2 minuti

Sarà uno stadio Zaccheria rovente di tifo rossonero quello che domenica sera accoglierà l’Alessandria nella sfida playoff contro il Foggia. Nella città pugliese è scattata la corsa al biglietto. Fino a ieri sera sono stati venduti più di 12500 tagliandi. La capienza autorizzata dell’impianto è di 14500 posti ma la società rossonera sta valutando l’ipotesi di chiedere la deroga fino a 18 mila. Sui blog dei tifosi foggiani si sta preparando un tifo infernale, con la distribuzione di magliette rossonere e la volontà di essere la vera arma in più della squadra di mister De Zerbi.

In casa Alessandria, invece, restano circa 10 posti liberi sul pullman di Orgoglio Grigio. Ma sono tanti i tifosi che hanno scelto di organizzarsi in treno, o con piccoli pullman da dieci posti. “Fieri di andare a Foggia, con ogni mezzo” anche i ragazzi della Gradinata Nord che però, in un post sulla loro pagina Facebook hanno criticato alcune prese di posizione della società grigia parlando di “comunicati e dichiarazioni inopportune ed irrispettose nei nostri confronti. Fieri di non avere mai avuto alcun rapporto con società e giocatori. Il nostro noi lo facciamo sugli spalti. Fieri di non aver mai chiesto favori a nessuno. Fieri di aver sempre tirato fuori di tasca nostra sino all’ultimo centesimo, in totale autogestione, per pagarci biglietti, trasferte e coreografie. Con la stessa fierezza saremo presenti a Foggia per sostenere i nostri colori. I giocatori sappiano in campo dimostrare di essere degni dei tifosi alessandrini.”

Dispiace, purtroppo, constatare che quello che ha spesso invocato il presidente Di Masi, l’unità di intenti tra società, squadra e tifosi, rischi di incrinarsi proprio in un momento così delicato e importante come questo, a pochi giorni da una sfida spartiacque per il futuro dei Grigi. Scrivere, poi, di una mancanza di rispetto appare quantomeno ingeneroso.

Nel frattempo ieri la squadra si è allenata al centro sportivo Michelin. Mister Gregucci ha a disposizione tutto il gruppo, eccetto Terigi. In particolare Antimo Iunco ha svolto una sessione personalizzata sul controllo di palla e sui passaggi, oltre che una serie di tiri in porta. Al termine della seduta di lavoro tutti i ragazzi grigi hanno provato a calciare un rigore, in vista dei possibili tiri dal dischetto contro il Foggia se domenica il risultato resterà inchiodato sul pareggio anche dopo i 120 minuti.

A vedere da vicino la squadra grigia ieri, anche il direttore Magalini e il presidente Luca Di Masi. Proprio il patron grigio, martedì, aveva avuto un confronto con una decina di tifosi che invitavano senza mezzi termini il gruppo a invertire la rotta di risultati negativi.

Fonte – Radiogold.it

Lascia un commento

Lascia un commento

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notifica di