De Zerbi: “Iemmello un mix tra Boksic e Toni. Sarno è più forte di me”

iemmello 2

Roberto De Zerbi, tecnico del Foggia, è pronto al ritorno della semifinale play-off contro il Lecce dopo la vittoria dell’andata e ai microfoni de “La Gazzetta dello Sport” dichiara: “Guai a farsi prendere dall’euforia. Il Lecce vanta l’organico con maggiore qualità dell’intera categoria e l’allenatore che ha vinto più volte questo campionato. Abbiamo solo il 50 per cento di possibilità di accedere alla finale. Dai nostri tifosi mi aspetto equilibrio e maturità: ci sarà da soffrire. Il Foggia giocherà solo per vincere, non sarebbe capace di gestire il risultato. A Cittadella, dopo il 4-1 nell’andata di finale di Coppa Italia, non ci siamo snaturati ed è finita 4-4”. Pietro Iemmello e Vincenzo Sarno stanno trascinando a suon di gol il Foggia verso la Serie B: “Iemmello? Neppure lui sa quanto è forte e dove può arrivare. Per me Pietro è un figlioccio, come Sarno. In Lega Pro Iemmello dovrebbe segnare 3 o 4 gol a gara. Per forza nella progressione, mi ricorda Boksic; per abilità nelle “sterzate” in area, somiglia a Toni. Non ditelo a Iemmello…Vincenzo, invece è più forte rispetto a me. E’ cresciuto tantissimo. Sarno e Iemmello farebbero un figurone magari pure in A”. Dopo due anni in Lega Pro, Roberto De Zerbi potrebbe sbarcare in Serie A: “Non parlo del futuro, anche se sono orgoglioso di essere finito nel mirino di club prestigiosi. Ho iniziato ad allenare ieri, ho solo 36 anni e 2 stagioni in Lega Pro. Ma non mi farebbe paura un’avventura in A. Intanto, ho il contratto col Foggia fino al 2018”. In finale potrebbe esserci il Pisa di Gattuso: “Studio solo il prossimo avversario Ancora non ho visionato Pisa e Pordenone. Ho avuto il piacere di conoscere Gattuso, che si è rivelato ragazzo umile, disponibile, straordinario. Io e Rino ci siamo ritrovati, tre anni fa, a Monaco di Baviera, da “studenti” di Guardiola”. Ma i suoi idoli sono: “A parte Guardiola, stimo Spalletti, Paolo Sousa e Montella. Ma apprezzo la cattiveria agonistica dell’Atletico Madrid di Simeone. Certo, se in una partita devo morire, muoio col gioco… E comunque mi basta una telefonata settimanale, per avere consigli e confrontarmi col mio maestro Pasquale Marino”.

Fonte – Maidirecalcio.com

Commenti

commenti

1
Lascia un commento

Please Login to comment
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
ValenciaFG Recent comment authors

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

  Subscribe  
nuovi vecchi più votati
Notifica di
ValenciaFG
Ospite
ValenciaFG

MISTER aspetta ancora un po non ci lasciare, a Foggia hai tutto e se vinci sarai scritto nella storia. il foggiano non dimentica chi gli regala emozioni anche perche sono davvero poche queste persone