Pisa-Gattuso, è rottura: al suo posto potrebbe arrivare Zeman

gattuso

Il tecnico ha chiesto di essere liberato e Petroni, che detiene il 50% del club, ha confermato di averlo già accontentato. Già contattato il boemo, ma è guerra interna tra il presidente e l’altro socio Lucchesi.

La festa è già finita, non c’è stata neppure il tempo di godersela. Rino Gattuso, subito dopo la promozione in Serie B ottenuta ai playoff, ha rotto col Pisa e per il suo addio manca solo l’ufficialità anche se Fabio Petron, il presidente che detiene il 50% del club, lo considera già fuori: “Mi ha chiesto di essere liberato tempo fa dal vincolo biennale e io l’ho liberato, Mercoledì annuncerò il nuovo allenatore”. Ma sono parole che vanno pesate, perché va prima risolta la guerra all’interno del club.

Petroni ha annunciato subito dopo la festa promozione di avere l’intenzione di acquistare l’altro 50% del club che appartiene al d.g. Fabrizio Lucchesi con l’aiuto di Alberto Gianni, ex presidente della Ternana. “Io e Gattuso non vogliamo andarcene – ha detto Lucchesi – ma senza di lui io non resterei un secondo di più. Quello con Petroni nei mesi scorsi è stato un matrimonio senza fidanzamento, né amore. Solo di interesse. Abbiamo capito che il loro modo di fare impresa nel calcio non concilia con il nostro”. L’ipotesi più accreditata, al momento, è che Gattuso vada via, ma un clamoroso ribaltone nelle vicende societarie potrebbe cambiare le carte in tavola e il futuro dello stesso allenatore.

Petroni non ha avuto parole al miele per Gattuso: “Non sono state tutte luci, sopratutto perché c’è stata confusione fra il ruolo del tecnico e quello della società”. Il candidato più probabile a raccogliere l’eredità di Gattuso è Zdenek Zeman: “Come presidente responsabile del Pisa – spiega Petroni – quando Gattuso ha chiesto la liberatoria un mese fa ho cercato altre opportunità sul mercato dando per scontato che sarebbe andato via da Pisa e tra queste ho trovato il riscontro con un allenatore importante con esperienza anche internazionale e che ha portato alcune squadre dalla Serie B alla Serie A valorizzando giocatori giovani che ora sono all’Europeo”. Zeman, appunto. Ma il boemo ha avuto altre offerte da club di B e uno neopromosso in A. Finita la guerra interna al Pisa, anche il suo futuro sarà più chiaro.

Fonte – Gazzetta.it

Commenti

commenti

Lascia un commento

Commenta per primo

  Subscribe  
Notifica di