Assalto del Foggia a Donnarumma e Zito: no secco della Salernitana

Dopo aver preso Empereur per una cifra vicina ai 300mila euro, il Foggia continua a bussare alla porta della Salernitana chiedendo rinforzi. E’ notizia di questa mattina che la società pugliese abbia formulato una proposta ufficiale per il centrocampista Antonio Zito e per l’attaccante Alfredo Donnarumma. “No, grazie” la risposta della Salernitana, intenzionata a trattenere entrambi almeno per un’altra stagione anche a costo di rifiutare offerte economiche allettanti. Del resto pare difficile immaginare che Donnarumma possa lasciare Salerno per tornare in Lega Pro, sebbene i rapporti tra il suo entourage ed il Foggia siano ottimi. Zito, invece, è stato chiarissimo: vuole indossare ancora la maglia granata, ripagare la fiducia della società, risultare determinante come accaduto nei play out e trascinare la Salernitana ai play off con la sua bravura, ma anche con la capacità innata di fare gruppo e trascinare tifoseria e spogliatoio. Sempre dalle ultime indiscrezioni raccolte sembrerebbe che Fabiani abbia rifiutato Sarno come contropartita tecnica, conferma del fatto che non è mai esistita un trattativa per il suo passaggio in maglia granata contrariamente a quanto sostenuto altrove. Il Foggia, ad ogni modo, non molla la presa e prima di Ferragosto facile prevedere un nuovo assalto ai gioielli granata.

Fonte – Granatissimi.com

Commenti

commenti

1
Lascia un commento

Please Login to comment
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Frax Recent comment authors

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
nuovi vecchi più votati
Notifica di
Frax
Membro
Frax

Donnarumma snobba Foggia ma noi snobbiamo lui!!! Ma chi lo vuole, stesse a Salerno! A Foggia solo calciatori che credono nella squadra e nel progetto.
Per Sarno poi, insisto nel dire che va assolutamente trattenuto (a meno che non sia lui che voglia andarsene, allora rimanendo potrebbe essere demotivato, dunque non più utile al progetto di De Zerbi, e sarebbe davvero una grossa delusione).