Stroppa: “Tre punti fondamentali. Bisogna migliorare fisicamente”

Le parole in conferenza stampa del tecnico rossonero Giovanni Stroppa:

Portiamo a casa 3 punti fondamentali, importantissimi. E’ sicuramente il passo giusto. La prestazione, abbiamo iniziato sicuramente molto contratti, in un ambiente strano, se ci fosse stato il pubblico sarebbe stato qualcosa di diverso. Dovevamo cercare con più coraggio la vittoria, ingenui sul pareggio che andava gestito in maniera diversa. I nostri giocatori nervosi? Non è stato semplice mantenere la calma. Potevamo pagare qualche ingenuità. Ma non mi sembravano nervosi. Poteva finire peggio alla fine, perché reagire alle provocazioni non è la cosa giusta. Guarna nell’episodio del primo tempo doveva stare tranquillo, nella ripresa è stato più calmo. Martinelli? Ha avuto un colpo prima di Norcia e non l’ha mai recuperato. Non era al 100% e da lì la scelta di schierare Coletti. Volevo far giocare anche Quinto, poi ho preferito la freschezza di Agazzi. Ma Quinto è stato poi determinante dopo il suo ingresso in campo. Sotto l’aspetto del gioco non è semplice affrontare una squadra organizzata benissimo che non ti fa giocare. Ogni qualvolta recupera palla verticalizza, e non devi farti trovare impreparato. Siamo stati bravi per lunghi tratti, nel primo tempo sembrava potessimo subire di più. Nel secondo tempo siamo stati più bravi e fortunati anche. Espulsione? Sacrosanta. Mi aspettavo questa partita dall’Andria, l’abbiamo preparata così noi. Eravamo solo un po’ contratti, e nell’andare dei minuti siamo migliorati come fraseggio e velocità. Ma si può fare sicuramente meglio. Dobbiamo trovare e provare i presupposti per calciare dal limite. L’unico modo per metterli in difficoltà poi oggi era giocare sugli esterni. Mettere un uomo d’area poi ci ha agevolati. Chiricò volevo toglierlo prima perché stava rischiando le gambe, e non volevo perdere un uomo. Ha fatto vedere le qualità che ha. Cosa non mi è piaciuto? Sicuramente c’è da lavorare sull’aspetto fisico. Come preparazione, sto cercando di portare avanti la preparazione che c’era prima. Come ho già detto, non è semplice arrivare e portare cambiamenti importanti. Piano piano si può improntare un certo tipo di lavoro. Mercato? La società sa quello che deve fare, abbiamo già parlato, serve solo una punta. Padovan deve migliorare su tanti aspetti, volevo più palleggio e più individualità, ecco perché non l’ho schierato dall’inizio.

Fonte – Foggia.iamcalcio.it

Commenti

commenti

Lascia un commento

9 Commenti on "Stroppa: “Tre punti fondamentali. Bisogna migliorare fisicamente”"

  Subscribe  
nuovi vecchi più votati
Notifica di
Ludovico
Membro
Leggo di molti nostalgici di Dz e di luce che mancherebbe dalla panchina…. Di primo acchitto mi verrebbe da dire: controllate che la bolletta sia stata pagata…. ma a parte le battute credo che fare un confronto tra chi c’era prima e chi c’è adesso è abbastanza impietoso. De Zerbi sono tre anni che lavorava (e stressava) questi ragazzi con i tic e toc le orizzontalizzazioni dezerbiane che anche tanto ci hanno fatto bestemmiare e che anche tanti punti ci hanno fatto perdere per strada…E’ un dato oggettivo ed inconfutabile. Qualche soddisfazione ce la siamo presa ma, quello che poi… Leggi altro »
Ludovico
Membro

intendevo dire “frustranti sconfitte”

Ludovico
Membro
Stellacci ognuno la veda e la pensi come crede, ma io darei “il suo tempo” anche a Stroppa con cui oggi, a mio avviso, i paragoni sono ingenerosi. L’unica cosa che mi dà forza e speranza è che, al di là dei calciatori e degli allenatori che vanno e vengono, quello che rimane è la maglia e chi la rappresenta… E oggi i Sannella sono il miglior fiore all’occhiello che potremmo desiderare di avere. I 65000 accrediti, le richieste di avere il Foggia su Sky e il rinnovato e contagioso entusiasmo di questi ultimi anni, io non lo ricondurrei “solo”… Leggi altro »
ferdinando
Membro

non sono daccordo con ludovico riguardo il punteggio dei 3 punti giocando male, o dei 0 punti giocando bene. ricordo ai tempi di zeman quando si usciva dallo stadio contenti e soddisfatti anche dopo aver preso 8 gol (milan), il calcio e’ uno spettacolo al di lha della categoria, e zeman ce lha insegnato. spero che stroppa col tempo riesca a darci sia uno che l’altro.

Ludovico
Membro

Caro ferdinando prendo atto del tuo punto vista che rimane tale..io quella partita la vidi e, mentre alla fine del primo tempo toccavo il cielo con un dito, alla fine mi sentii profondamente umiliato.
Questione di punti di vista.
Poi con il tempo, le difficoltà societarie, le sofferenze, l’incapacità di venir fuori da questa categorie che non è la nostra, ho maturato un unico desiderio che va al di là del gioco e degli interpreti: tornare in B….Ovviamente meglio se si gioca bene…ma anche alla Caramanno, a questo punto, va benissimo.

michele
Membro
Ludovico,io la penso allo stesso modo tuo e aggiungo che lo stadio s’è riempito a quel modo,lo scorso campionato,perchè c’è una società solida a cui crede il tifoso.A chi dice il contrario,vorrei ricordare che al primo anno di DZ,nonostante il bel gioco e possibile raggiungimento dei play off,con una squadra degna di ciò,il campo non registrava quasi mai il tutto esaurito,nonostante la capienza ridotta ai minimi termini.La spiegazione secondo me ha 2 ragioni,la prima è che una società solida non esisteva e l’altra sta nel fatto che con DZ spesso s’incappava in delusioni,dovute a sconfitte con squadre che sulla carta… Leggi altro »
Cuore Rossonero
Membro
E basta con DZ non se ne può veramente più !! Aaaòòòòòòò oggi c’è Giovanni Stroppa. STOP !!! Punto e accapo. AVAST con DZ che ci sim rutt u cazz !!!! Sono 15 giorni che Giovanni stà con noi lo vogliamo far lavorare serenamente a sto ragazzo si o no ???? Non è che scrivendo di chissà quali “odi calcistiche” ha inscenato DZ in questi ultimi campionati si aiuta a rendere il futuro migliore di questa squadra !!! Ancora non avete somatizzato che potevamo essere in B già da due anni e che per il tiki taka e le orizzontalizzazioni… Leggi altro »
Attila
Membro

Ma a Stroppa non piaceva Bocalon? Mi sembra forte e non vedo concorrenti interessate. Se é fattibile avremmo secondo me un potenziale nuovo goleador. Gli altri nomi basta!! A meno che non sia una manfrina per restare come siamo!

Brian
Membro

sinceramente bocalon mi pare più tecnico di mazzeo, e sa fare più gol su azione, invece mazzeo lo prenderei solo per i rigori ma tanto a noi non ci serve perchè li abbiamo quelli che tirano i rigori: vacca sarno agnelli padovan letizia e chiricò mi sa anche