La Juve Stabia resiste al Matera: 2-2 il finale al XXI Settembre

Tempo di lettura: 3 minuti

Termina con il risultato di 2-Matera e Juve Stabia ripartono dal 37’ minuto del primo tempo del match sospeso il 27 novembre. Auteri deve rinunciare a Di Lorenzo e Mattera rispetto ai primi minuti del primo tempo della scorsa volta, al loro posto Meola e Piccinni, mentre nella Juve Stabia mister Fontana deve sostituire Amenta (svincolatosi dalla società gialloblé nella giornata di ieri) con Morero, mentre in avanti è Lisi a giocare in attacco nel tridente con Del Sante e Kanoutè al posto di Sandomenico, mentre a centrocampo non c’è Mastalli per dar spazio a Salvi.

Si ricomincia dalla rimessa dal fondo di Russo, il portiere degli ospiti. Parte subito bene il Matera con Carretta sugli scudi grazie alla sua velocità, con la quale guadagna il primo corner del match: prima conclusione della partita di Negro verso la porta ospite, ribattuta dalla difesa avversaria. Juve Stabia che copre meglio gli spazi rispetto alla partita di fine novembre, giro palla Matera che non trova sbocchi. L’arbitro assegna due minuti di recupero, nell’ultimo Strambelli batte un calcio d’angolo verso la testa di Iannini, che impatta bene ma viene ribattuto da un difensore avversario probabilmente con un braccio. Finisce l’anomalo primo tempo, le due squadre tornano negli spogliatoi per prepararsi alla ripresa.

Riprende il match, ed è subito Matera pericoloso al 47’: ottima azione che porta Negro all’assist verso Strambelli, davanti a Russo, il tiro dell’ex Andria viene però strozzato da Morero col portiere ospite che si salva. Un minuto dopo Armellino recupera palla e serve Strambelli sulla trequarti, il numero 10 prova il tiro dalla distanza ma non riesce a dare forza e direzione al pallone, sfera che termina sul fondo. La Juve Stabia però non si scompone, e al 49’ reagisce con veemenza e si porta in vantaggio: Lisi raccoglie una ribattuta di Alastra dopo il tiro dalla destra di Kanouté, prende la traversa e insacca il 2-1 Stabia. Matera che ha subito l’occasione per pareggiare due minuti dopo: Negro raccoglie una palla vagante in area di rigore avversaria e conclude malamente da due passi, sfera alle stelle. Al 53’ è Salvi ad andare alla conclusione dopo un flipper del pallone tra le maglie della difesa biancazzurra, Alastra fa sua la sfera in presa bassa. Carretta perde l’attimo in area di rigore al 56’ e si lascia arginare da Russo e dalla difesa avversaria, ottimo l’assist di Negro a servire il compagno in profondità, azione però spenta dalle vespe. Juve Stabia schiacciata dal pressing della squadra di Auteri, ma le vespe difendono bene il prezioso vantaggio. Al 60’ ancora episodio dubbio in area di rigore: Piccinni lancia lungo verso Carretta, che supera in velocità il duo della difesa avversario e viene atterrato nettamente da Atanasov, ma per l’arbitro non ci sono gli estremi per il calcio di rigore. Soffre la Juve Stabia, occasionissima Matera al 63’: azione bellissima sull’asse Iannini-Negro, quest’ultimo alza un cross per la testa di Carretta che da due passi coglie la traversa, che blocca l’urlo al gol del XXI Settembre. Solo Matera in campo, biancazzurri che producono il massimo sforzo, Carretta al 69’ serve Strambelli che davanti a Russo calcia e guadagna un corner, brividi ancora per gli ospiti. Spinge la squadra di Auteri, e al 77’ arriva il giusto pareggio: Carretta scatta sulla destra ed entra in area di rigore, assist per i compagni in area di rigore che davanti a Russo non sbagliano, Casoli insacca e fa esplodere il XXI Settembre per il 2-2. Ancora Matera due minuti più tardi, Iannini dalla sinistra serve in area un cross per la testa di Meola, che impatta bene con Russo che smanaccia in corner il pericolo. La Juve Stabia regge l’onda d’urto lulcana cercando di spingersi oltre la propria metà campo e ci riesce bene, la squadra di casa cerca il pertugio giusto e con rapide verticalizzazioni cerca di sorprendere la difesa avversaria. Al 87’ Ingrosso, non al meglio, lascia spazio a Scognamillo, primo cambio per il Matera seguito a ruota dal secondo, con Gigli che sostituisce Meola e va a posizionarsi in proiezione offensiva, come un attaccante. L’arbitro assegna 2 minuti di recupero, il Matera rischia di segnare sul fotofinish: Piccinni mette in mezzo dalla sinistra, Iannini supera la difesa avversaria non cadendo nella trappola del fuorigioco e manda fuori da due passi. L’arbitro fischia poi la fine di 56 minuti nei quali la squadra di casa ha molto da recriminare, vista la mole di gioco espressa e l’unica occasione subita sulla quale ha subito il gol avversario. Ottimo punto per la Juve Stabia, che ottiene davvero il massimo.

Fonte – Matera.iamcalcio.it

Lascia un commento

1
Lascia un commento

Please Login to comment
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Ludovico Recent comment authors

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
nuovi vecchi più votati
Notifica di
Ludovico
Membro
Ludovico

Va bene così..