Al Cittadella basta il pari: 2-2 con doppietta di Bartolomei, Bari eliminato

Dopo un primo tempo senza reti, partita emozionante: finisce 2-2 al termine dei tempi regolamentari. Due perle di Bartolomei fanno esultare il Cittadella, ma il Bari trova il pareggio grazie a un errore di Alfonso. Ai supplementari la squadra di Grosso si arrende al nervosismo e termina in 9 per le espulsioni di Gyomber e Brienza

CITTADELLA-BARI 2-2
51′ Galano (B), 59′ e 69′ Bartolomei (C), 88′ Brienza

Rimonta, contro rimonta e supplementari. Non si può dire che la prima sfida dei playoff tra Cittadella e Bari non abbia regalato emozioni: il 2-2 finale regala la semifinale ai veneti. Nonostante una gara generosa, la squadra di Grosso dopo esser passata in vantaggio con Galano deve arrendersi a due perle di Bartolomei che elimina i pugliesi con due gol bellissimi. Con la forza della disperazione, e con una grossa mano di Alfonso, i biancorossi pareggiano ma la rocambolesca rete di Brienza serve solo a prolungare la sofferenza ai supplementari. L’assalto finale di Nené e compagni è sterile e il Cittadella accede alle semifinali grazie al miglior piazzamento in classifica. Mercoledì la squadra di Venturato affronterà il Frosinone nella gara d’andata delle semifinali.
Le scelte
I veneti confermano la squadra annunciata alla vigilia, a eccezione di Adorni che gioca al centro della difesa al posto di Pelagatti. Parte dalla panchina Pasa, che lascia posto a capitan Iori nell’undici di mister Venturato. Schenetti preferito a Chiaretti sulla tre quarti. Grosso lascia fuori Cissé, rimasto in dubbio fino alla vigilia, l’allenatore dei pugliesi gli preferisce Iocolano nel tridente completato da Nené e Galano.

Primo tempo
Il Bari parte subito forte e non potrebbe essere altrimenti: la squadra di Grosso, penalizzata di 2 punti per un ritardo nei pagamenti Inps e Irpef, ha terminato la stagione al settimo posto alle spalle proprio della squadra allenata da Venturato e il fattore campo è tutto per il Cittadella. Pronti via e i pugliesi hanno la prima occasione da gol. Balkovec ci prova con un calcio di punizione dai venti metri, il suo sinistro a giro scavalca la barriera ma trova la risposta di Alfonso che riesce ad allontanare il pallone. Anche la prima opportunità per i padroni di casa arriva da calcio piazzato: Bartolomei dalla bandierina cerca la sponda di Varnier, la sua spizzata diventa un assiste pe Salvi che alza troppo il pallone da ottima posizione. Il Bari ha più fretta e si vede, il gioco della squadra di Grosso è più vivace: Iocolano e Galano provano la conclusione dalla distanza, ma in entrambi i casi Alfonso riesce a bloccare i tentativi degli ospiti. Al 15’ ancora Bari vicino al gol: grande azione di Sabelli che chiude o il trianngolo con Nené e prova l’esterno destro con il pallone che finisce di poco a lato, dando l’illusione del gol. La partita è piacevole: le squadre giocano a viso aperto, nonostante l’avvio migliore degli ospiti, gli uomini di Venturato rispondono colpo su colpo alle occasioni dei biancorossi. Al 18’ Bartolomei ci prova dai 20 metri con il destro sfiorando il palo. Il Cittadella capisce di non poter reggere per tutta la partita la pressione del Bari e inizia ad abbassare il ritmo: i veneti provano a tenere gli avversari nella loro metà campo. La partita devono farla gli uomini di Grosso, che hanno un maggior possesso palla ma, dopo un un inizio arrembante, i biancorossi non riescono a farsi vedere con la stessa intensità dei primi minuti anche a causa del caldo. Ne approfitta il Cittadella: con i pugliesi più bassi, la squadra di Venturato riesce ad arrivare con più facilità nell’area avversaria. Al 38’ dopo una bella azione, Vido manda in porta Schenetti che in corsa calcia con il sinistro: Micai para, ma è tutto inutile perché viene fischiato fuorigioco per la posizione dubbia del trequartista del Cittadella. Due minuti più tardi, è il Bari che torna a farsi vedere dalle parti di Alfonso: Iocolano con il sinistro crossa a centro area per Nené che è bravo a scegliere il tempo dell’intervento ma è impreciso nel calibrare il suo colpo di testa, con il pallone che finisce di poco a lato. È l’ultima occasione di un primo tempo che finisce senza recupero.

Secondo tempo
Nella ripresa il Cittadella sembra partire meglio, i veneti si avvicinano nei primi minuti alla porta di Micai ma è il Bari a trovare il gol del vantaggio al 6’ del secondo tempo: Tello prova l’azione di sfondamento, Varnier rinvia male, raccoglie il pallone Cristian Galano che trova il sinistro vincente per l’1-0. Proteste da parte degli uomini di Venturato per la trattenuta di Tello proprio sul difensore del Cittadella che avrebbe fermato in maniera irregolare il tentativo di rinvio del centrale, per l’arbitro Ghersini l’intervento è pulito e convalida il gol del vantaggio. A questo punto la reazione dei padroni di casa è rabbiosa: Vido serve Kouame che prova a botta sicura, strepitoso l’intervento di Micai che si ripete poco dopo sul fendente centrale di Iori. Il Cittadella ci crede e al 59’ trova il pareggio: missile terra aria su punizione di Bartolomei che trova l’angolo giusto per battere il portiere del Bari. Tutto da rifare per gli uomini di Grosso, che prova a giocarsi subito la carta Brienza. La partita si fa sempre più nervosa con il passare dei minuti: Tello, già ammonito, stende Settembrini ma l’arbitro non estrae il secondo giallo tra le proteste del Tombolato, poco dopo scintille tra Gyomber e Bartolomei, in questo caso l’arbitro ammonisce il centrale barese per provare a ripristinare la calma. Al 24’ il Cittadella trova ancora il gol, ancora grazie a un calcio di punizione: ancora con una magia di Bartolomei. Punizione respinta, poi ci prova Iori, la palla arriva a Bartoloemi che calcia al volo dal limite e trova una strepitosa traiettoria che si insacca alle spalle di Micai per il gol del 2-1. Dopo il sorpasso dei padroni di casa è un’altra partita: il ribaltone del Cittadella è una mazzata psicologica per un Bari che ora vede ridursi drasticamente le possibilità di passare il turno: Grosso butta dentro anche Floro Flores, ma l’occasione migliore è ancora per la squadra di Venturato che al 78’ potrebbe addirittura segnare il terzi con un bel destro a giro di Schenetti, respinto da Micai. Poco dopo è ancora Schenetti a provare la conclusione: ma stavolta il suo tentativo è impreciso. Il Bari prova a cercare la rimonta con la forza della dispeazione: Brienza apre il gioco per Kouame, esterno destro per Henderson che mette in mezzo: Floro Flores prova la girata ma non riesce a inquadra lo specchio della porta. Il Bari prova ci mette l’anima e trova il pari in maniera fortunata: Nené mette il pallone al centro, il pallone sembra facile preda di Alfonso che si addormenta e combina un grosso pasticcio. Il pallone sembra già dentro, ma per togliere ogni dubbio arriva Brienza che insacca il pallone che vale il 2-2 e i tempi supplementari.

Tempi supplementari
Dopo il fortunoso pareggio del Bari, il Cittadella abbassa il proprio baricentro: alla squadra di casa basta il pareggio per andare in semifinale e la squadra di Venturato inizia un lento e prolungato possesso del pallone: l’obiettivo è quello di esasperare Nené e compagni, approfittando del fattore tempo. Il Bari è sulle gambe: gli uomini di Grosso hanno speso tanto, soprattutto nella fase iniziale della gara, e non sembrano avere più la gamba per spingere e andare a caccia del gol qualificazione. L’occasione migliore del primo tempo supplementare arriva nell’unico minuto di recupero concesso dall’arbitro Ghersini: Strizzolo ha la possibilità di chiudere il discorso qualificazione presentandosi a tu per tu con Micai, ma il portiere del Bari tiene a galla i suoi. Nel secondo tempo il Bari ci prova con le ultime forze rimaste: al 6’ Floro Flores ha una buona opportunità per regalare a Grosso la semifinale, il suo destro però accarezza il palo e ragala al “Tombolato” un lunghissimo brivido di paura. Poco dopo ci prova anche Cissé, ma la sua conclusione è alta. Il Bari è sempre più teso, Gyomber e Brienza si fanno espellere nel finale: finisce in rissa il campionato dei pugliesi. Viene espulso anche Sabelli. Il Cittadella va in semifinale, il Bari è eliminato.

BARI-CITTADELLA IL TABELLINO

Cittadella (4-3-1-2): Alfonso; Salvi, Adorni, Varnier, Benedetti (108′ Benedetti); Bartolomei, Iori, Settembrini; Schenetti; Kouamé (88′ Pasa), Vido (78′ Strizzolo). All: Venturato

Bari (4-3-3): Micai; Sabelli (63′ Brienza), Marrone, Gyomber, Balkovec; Tello, Basha, Henderson; Galano (76′ Floro Flores), Nené, Iocolano (63 Cissé). All: Grosso

Marcatori: 51′ Galano (B), 59′ e 69′ Bartolomei (C), 88′ Brienza

Espulsi: Gyomber (B), Brienza (B), Sabelli (B)

Ammoniti: Settembrini (C), Tello (B), Sabelli (B), Schenetti (C), Bartolomei (C), Nené (A)

Fonte – Sport.sky.it

Commenti

commenti

Lascia un commento

Please Login to comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

  Subscribe  
Notifica di