Sainz-Maza dice ‘no’ a Francavilla e Andria

Tempo di lettura: 1 minuto

Un ‘no’ secco quello di Sainz-Maza a due pugliesi di Serie C. Si tratta di Virtus Francavilla e Fidelis Andria. Il centrocampista di proprietà del Foggia, che nell’ultima stagione ha giocato con la maglia del Pisa mettendo a segno 3 gol e un assist, vuole un progetto più ambizioso e rimane alla finestra in attesa degli sviluppi del mercato. A riportarlo è La Gazzetta dello Sport.

Fonte – Tuttocalciopuglia.com

Lascia un commento

2
Lascia un commento

Please Login to comment
2 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
2 Comment authors
daunoMicky Recent comment authors

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
nuovi vecchi più votati
Notifica di
Micky
Membro
Micky

Ragazzi l’abbonamento sarebbe un aiuto. Ci stanno chiedendo una mano. E’ evidente.
Secondo me questo aiuto gli è dovuto.
Vincenzo il tuo discorso ha senso solo a livello di intima sofferenza personale….nel senso che se tu intendi non seguire più il Foggia come conseguenza della sofferenza che ti provocherebbe essere in C, io posso rispettare la tua scelta.
Ma molti altri spero facciano una scelta diversa. Cioè spero che, come me, abbiano ancora voglia di soffrire e gioire per il Foggia…ed essere presenti, ognuno come può, anche nella non creduta ipotesi che sia serie C.

dauno
Membro
dauno

Scusate, la questione non è la furbata o la boccata d’ossigeno della società. Cosi’ come non puo’ essere valido il principio dell’abboniamoci tutti a prescindere dalla categoria. Paragonare il secondo casillo all’attuale proprietà è ingeneroso oltre che denigratorio nei confronti di chi, comunque, ha riacceso l’entusiasmo calcistico della nostra piazza. Ma ricordiamo tutti il secondo Casillo ? Solo giocatori in porestito, abbonamenti triennali con lo sconto e contributi vari chiesti ad enti e società avversarie ( leggasi caso Sau). Oggi, se permettete, non è la stessa cosa, non lo è perche’ anche il Dott. Giannetti ha precisato in piu’ occasioni,… Leggi altro »