Top & Flop di Ternana-Foggia

Reading Time: 3 minutes

Termina con il risultato di 2-0 il match tra Ternana e Foggia con le reti di Partipilo al 21′ del primo tempo, seguita da quella di Falletti su rigore al 69′ della ripresa.

Primo tempo che rispetta le attese della vigilia con la Ternana che spinge ed il Foggia che è costretto a contenere le scorribande dei padroni di casa. Tantissime le occasioni già dai primi minuti: Vantaggiato in area è sempre pronto a sfruttare le innumerevoli situazioni offensive create dal caldissimo asse Defendi-Partipilo che si alternano ad andare sul fondo e servire l’ariete in area. Palumbo e Furlan pizzicano la difesa del Foggia per tutta la metà del primo tempo, periodo in cui infatti arriva il vantaggio della Ternana con l’ispiratissimo Partipilo: l’esterno rossoverde sfrutta ottimamente una palla messa in mezzo dal centrocampo, che vede uno sciagurato Agostinone mancare in mezza rovesciata la palla; Partipilo non deve far altro che stoppare e piazzare all’angolino sinistro l’1-0 del match. Il Foggia fino al 30′ è non pervenuto, e Marchionni è costretto ad un doppio cambio per impostare gli equilibri di sempre. Unico sussulto rossonerò lo si ha con Curcio al 16′ quando si ritrova in mezzo all’area un pallone che però calcia malamente all’esterno del palo sinistro. Il finale di tempo vede il Foggia uscire con più decisone dalla sua metà campo cercando di far girare palla avanti all’area avversaria, ma sono pochi i varchi e non crea nessun’altra occasione degna di nota.

Secondo tempo che non fa altro che confermare il divario (enorme) di qualità tra le due squadre. Ternana che riparte forte e trova un angolo dopo appena 40 secondi di gioco e dopo che ad aver battuto il calcio d’inizio era stato il Foggia: il che dimostra una piena disattenzione generale degli ospiti. Foggia che durante tutta la ripresa crea poco e meno della prima, e si rende pericolosa solo nel finale. La Ternana è meno incisiva durante la seconda frazione, arrivando meno costantemente dalle parti di Fumagalli, ma si dimostra ugualmente concreta: il raddoppio arriva dopo che uno sciagurato Kalombo atterra un attaccante della Ternana in area, sul discheto si presenta Falletti che la mette sotto al sette e realizza la rete del 2 a 0 che chiuderà definitivamente i giochi. Nel finale di tempo ci mette l’orgoglio il Foggia con i subentrati Balde, che spedisce alto un pallone invitante dall’interno dell’area; Morrone, che prova una conclusione da fuori ma troppo debole ed è facile preda di Iannarino; e con Garofalo che a botta sicura da pochi passi trova una deviazione che finisce a centrimentri dal palo. Troppo poco per il Foggia che raccoglie la miseria di 0 punti nelle ultime 4 giornate. Vittoria di forza invece per la Ternana che vola con il primato assoluto a 15 punti in calssifica e crea una striscia di 3 vittorie consecutive tenendo inespugnato ed inviolato il fortino di casa: 0 le reti subite al Liberati e nessuna sconfitta.

Come di consueto, ecco i Top & Flop del match:

TOP:

Partipilo (Ternana): Spumeggiante, sempre vivace e pronto a mettere in difficoltà la difesa rossonera. E’ lui a portare in vantaggio la Ternana sfruttando un liscio difensivo della difesa avversaria. E’ stato il motore di questa squadra, non dando mai punti di riferimento e scambiando spesso la posizione con Defendi mandandolo sul fondo. Nota stonata il giallo rimediato, ma è un pelo nell’uovo. IMPRENDIBILE

Curcio (Foggia): Il Foggia oggi sarebbe tutto da flop, ma il trequartista rossonero è l’unico che si carica il peso (a dire il vero leggero) del Foggia. Indispensabile nella fase di filtraggio quando arretra a centrocampo ed è tra i pochi a regalare sussulto ai tifosi rossoneri andando vicino a quello che, nel primo tempo, sarebbe stato il temporaneo pareggio calciando sul palo esterno. E’ il lumino nel buio. INCOLPEVOLE

FLOP:

Kalombo (Foggia): Finisce ancora una volta nel flop di giornata. Fa sicuramente meglio dell’ultima uscita ma si rende ancora una volta protagonista di uno spiacevole episodio in fase di copertura: Ancora una volta parte da lui l’episodio che porta gli avversari al gol, ed è in occasione del raddoppio: Atterra un attaccante della Ternana e rimedia anche un giallo. Per il resto mai incisivo nelle azioni d’accatto odierne del Foggia. SCIAGURATO

Marchionni: (Foggia): Voleva il riscatto e non lo ha ottenuto, mette in campo un assetto inedito, il 3-4-1-2 che non produce alcunchè. Cerca di rimediare dopo appena 27 minuti con un doppio cambio tornando al consueto 3-5-2, ma ne paga le conseguenze Dell’Agnello che è ad oggi l’attaccante con maggior peso della rosa e che non ha avuto tempo e modo di incidere. CONFUSO

Nessuno (Ternana): Difesa granitica, centrocampo solido ed attacco incisivo. Non c’è alcuno che non abbia fatto il suo dovere. Non a caso il Liberati ad oggi in qusto campionato non ha visto nè alcuna rete subita nè partita sconfitta per il padroni di casa. CONCRETI

Fonte – Tuttoc.com

Lascia un commento
Subscribe
Notifica di

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments