Top & Flop di Avellino-Foggia

Reading Time: 2 minutes

Due gol per tempo, quattro reti totali e soprattutto nove risultati consecutivi. L’Avellino diverte, si diverte e strapazza per quattro a zero tra le mura amiche il Foggia.
Match mai in discussione quello del “Partenio-Lombardi”, dove Forte e compagni hanno fatto il bello e il cattivo tempo a proprio piacimento.
Pronti e via e il lupo passa in vantaggio. Al 12′ Fella raccoglie un tiro dalla lunga distanza di Carriero, e lo trasforma in oro buttandola dentro con astuzia e potenza.
Sette minuti dopo il raddoppio lo firma Maniero, che uccella Di Stasio da quasi 50 metri con un bel pallonetto dopo aver sradicato la sfera al centrocampo rossonero.
Il Foggia non reagisce neanche nella ripresa e al 48′ subisce il tris. Sugli sviluppi di un calcio di punizione, Fella sale in alto con l’ascensore e batte Di Stasio sul primo palo. Al 74′, poi, il poker di De Franceco. L’ex Reggina raccoglie dal limite una respinta della retroguardia dauna, battendo Di Stasio con un tiro di controbalzo.
Serata da ricordare per gli irpini; per i rossoneri, invece, è notte fonda.

Ecco a Voi i Top & Flop del match:

TOP

Mister Piero Braglia (Avellino): indiavolato e sul pezzo anche sul 4 a 0 per i suoi, e con la consueta dose di “cazzimma” (termine perfetto anche se dialettale, ndr) che fa ben sperare il popolo irpino. L’ex trainer del Cosenza (in foto) è un martello e il magic moment del suo Avellino è anche e soprattutto merito suo. I lupi possono essere l’anti-Ternana del girone meridionale. Il Bari è stato ampiamente avvisato. INCESSANTE

Di Jenno (Foggia): l’unico calciatore ospite a meritare la sufficienza. Il terzino mancino spinge forte in più di una circostanza mandando in difficoltà Ciancio. Sforna anche qualche cross degno di nota, ma il reparto avanzato satanello “non ha giocato” questa sera. E’ un classe ’99, siamo certi che ne sentiremo parlare a lungo. PROPOSITIVO

FLOP

Nessun calciatore dell’Avellino: partita perfetta per i lupi. Una prestazione maiuscola a suggellare il nono risultato utile consecutivo. Rifilare quattro reti ad una squadra in piena zona play-off significa essere una fuoriserie in questo girone. DEVASTANTI

L’approccio al match del Foggia: una squadra giovane che si è lasciata tramortire dall’esperienza e dalla rabbia dei padroni di casa. Il pallone non ha mai girato con velocità; gli errori individuali poi hanno fatto il resto. Serve un cambio di rotta. APPAGATI?

 

Fonte – Tuttoc.com

Lascia un commento
Subscribe
Notifica di

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments