Canonico vuole vendere il Foggia a un gruppo Usa

Reading Time: 2 minutes

II Foggia sarebbe finito nelle mani di un gruppo, o di un fondo, americano. Per il presidente Nicola Canonico, secondo quanto riferiscono alcune emittenti locali che hanno diffuso la notizia, i potenziali acquirenti sarebbero appunto americani, senza specificare alcunchè. Il presidente definisce semplicemente così i suoi interlocutori con cui starebbe dialogando da quattro mesi, senza aggiungere ragguagli sul tipo di società, indizi sulla nazionalità dell’acquirente in questione e altre informazioni non secondarie. Ci sarebbe stata tuttavia un’accelerazione dell’operazione negli ultimi giorni, da qui l’ammissione del patron pronto, a quanto si dice, a fornire dettagli in una conferenza stampa in programma lunedì 6 maggio. La “due diligence” sui conti della società sarebbe infatti alle battute finali, l’ultima documentazione inviata dal club avrebbe ricevuto il via libera alla trattativa per il passaggio delle quote societarie che sempre secondo voci potrebbe a questo punto concretizzarsi forse già nei prossimi giorni.

ISCRIZIONE AL CAMPIONATO. Secondo indiscrezioni non smentite dalla società rossonera, inoltre il presidente Canonico avrebbe minacciato di non iscrivere la squadra al prossimo campionato qualora non dovesse andare in porto la vendita agli americani. L’impressione è che possa trattarsi di un messaggio non tanto cifrato nei confronti dell’imprenditoria locale, piuttosto riottosa a trattare con l’imprenditore barese che a questo punto avrebbeceduto alle lusinghe di questi investitori americani.

CONTESTAZIONI. E’ anche vero che lo stesso Canonico avrebbe manifestato ad alcuni amici l’intenzione di abbandonare il club a fine stagione a causa anche della dura contestazione dei tifosi, pur essendo da tempo nel mirino della critica soltanto di alcune frange del tifo. Si è dovuto  registrare negli ultimi tempi un forte dissenso, manifestato anche attraverso i social. A volte anche un po’ scomposto, che ha costretto l’imprenditore a rivolgersi addirittura alla Questura di Foggia. Tra questi, anche un presunto atto intimidatorio ai danni del vicepresidente Emanuele Canonico, figlio del presidente, che il 9 gennaio scorso trovò nei pressi della sua auto un ordigno all’interno del parcheggio nell’azienda di famiglia a Modugno in provincia di Bari.(Walter Carbone)

Fonte – Corrieredellosport.it

Subscribe
Notifica di

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments