Scontri tra tifosi in Casertana-Foggia: una gara a porte chiuse e 5.000€ di ammenda ai club

Reading Time: < 1 minute

Era ancora in sospeso, dopo il caos della gara di lunedì, il giudizio relativo alla gara del “Pinto” tra Casertana e Foggia, giocata in data 4 dicembre e valevole per la 16ª giornata del campionato di Serie C, Girone C. Adesso, però, il Giudice Sportivo si è espresso, e, dopo i referiti acquisiti, è apparsa “evidente la gravità dei comportamenti dei sostenitori del FOGGIA e della CASERTANA. Invero, le condotte sopra riportate sono state perpetrate in violazione degli artt. 6, 25 e 26 C.G.S. e costituiscono fatti contrari alle norme in materia di ordine e di sicurezza e fatti violenti integranti pericolo per l’incolumità pubblica.
Nella specie va rilevato che esse hanno determinato, anche in concreto, la sospensione della partita, la ritardata ripresa del gioco dopo l’intervallo di circa 38 minuti e conseguenze lesive in danno di un tifoso.
Inoltre, hanno rappresentato un rilevante rischio per l’incolumità dei tesserati e dei tifosi (considerate le modalità dei lanci effettuati in reciproco danno dalle due tifoserie) e hanno provocato danni all’impianto”.

Alla luce di tutto ciò, ecco arrivare l'”obbligo di disputare una gara casalinga a porte chiuse ed euro 5.000 di ammenda” per ambedue le citate formazioni.

Fonte – Tuttomercatoweb.com

Subscribe
Notifica di

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments