Il borsino dei play-off aggiornato al 25-04-2016

Tempo di lettura: 3 minuti

A 180’ dal termine in Lega Pro è arrivato un altro verdetto. Dopo il Cittadella, infatti, anche la Spal può festeggiare la promozione in serie B. A questo punto resta aperto, anche se solo sulla carta, l’esito del girone C dove il Benevento può contare su un rassicurante vantaggio. In tutti e tre i gironi, invece, resta molto più intricata la volata per accedere ai play-off.
Per chiarire la situazione anche oggi ritorna la rubrica “Il borsino dei play-off” grazie alla quale il nostro portale TuttoLegaPro.com vi aggiorna sulla corsa al campionato cadetto.
Ogni settimana, fino al termine della regular season, prenderemo in esame le prime cinque posizioni di ogni girone e simuleremo i verdetti di questo avvincente torneo.

Il comunicato della Lega Pro n. 159/DIV dell’8 aprile scorso (clicca qui per consultarlo) definisce nel dettaglio i criteri promozione, che sono gli stessi della scorsa stagione, ed è il regolamento a cui fare riferimento per ogni particolare.
Sulla scorta di tale regolamento, se il campionato finisse oggi, oltre a CITTADELLA e SPAL anche il Benevento sarebbe promosso in serie B, mentre gli accoppiamenti per i play-off sarebbero i seguenti:

Lecce vs Alessandria
Pordenone vs Casertana
Pisa vs Bassano Virtus
Foggia vs Maceratese

Queste le classifiche aggiornate in base alle quali abbiamo messo in pratica i contenuti del regolamento. Come detto l’analisi è riferita alle prime cinque in classifica di ciascun girone.

> GIRONE A
1.    CITTADELLA 72 (reti fatte 51, subite 30) promosso in serie B
2.    Pordenone  59 (reti fatte 48, subite 29)
3.    Bassano V. 58 (reti fatte 41, subite 28)
4.    Alessandria 57 (reti fatte 47, subite 26)
5.    Padova 51 (reti fatte 41, subite 28)

> GIRONE B
1.    SPAL 68 (reti fatte 56, subite 23) promossa in serie B
2.    Pisa 59 (reti fatte 41, subite 25)
3.    Maceratese 58 (reti fatte 46, subite 27)
4.    Ancona 50 (reti fatte 33, subite 25)
5.    Carrarese 48 (reti fatte 43, subite 31)

> GIRONE C
1.    Benevento 66 (reti fatte 47, subite 20)
2.    Lecce 60 (reti fatte 43, subite 24)
3.    Foggia 59 (reti fatte 54, subite 30)
4.    Casertana 59 (reti fatte 47, subite 32)
5.    Cosenza 56 (reti fatte 35, subite 24)

Riassumiamo ricordando che le promozioni in serie B saranno quattro. Le classifiche finali di ogni girone terranno conto dei punti ottenuti e, in caso di parità tra due o più squadre, della “classifica avulsa” che prenderà in considerazione anche gli scontri diretti. Ovviamente le squadre classificate al primo posto di ciascuno dei tre gironi saranno promosse. La quarta squadra, invece, scaturirà dalla disputa dei play-off ai quali prenderanno parte otto formazioni, cioè quelle che si sono classificate al secondo e terzo posto di ogni girone e le migliori due quarte. Per la scelta delle due migliori quarte si procederà alla compilazione di una ulteriore “classifica avulsa” che terrà conto, in primo luogo, dei punti conquistati in campionato. Con gli stessi criteri sarà determinata anche la graduatoria tra terze e seconde classificate per la composizione della griglia play-off i cui accoppiamenti vedranno:
A)    la migliore seconda classificata, in casa ed in gara unica, contro la seconda quarta classificata;
B)    la seconda delle seconde classificate, in casa ed in gara unica, contro la migliore quarta classificata;
C)    la terza delle seconde classificate, in casa ed in gara unica, la peggior terza classificata;
D)    la migliore delle terze classificate, in casa ed in gara unica, contro la seconda delle terze classificate.
(in caso di parità di punteggio al termine dei minuti regolamentari, verranno disputati due tempi supplementari di quindici minuti ciascuno ed a seguire, in caso di ulteriore parità, i calci di rigore)
Le squadre vincenti delle gare A-D e B-C si affronteranno in un doppio confronto, con gara di andata in casa della peggior classificata (a conclusione delle due gare in caso di parità di punteggio, dopo la gara di ritorno, per determinare la squadra vincente si tiene conto della differenza reti; verificandosi ulteriore parità verranno disputati due tempi supplementari di quindici minuti ciascuno ed a seguire, in caso di ulteriore parità, i calci di rigore)
Le due vincenti disputeranno la finale sempre in doppio confronto, con gara di andata in casa della peggior classificata (a conclusione delle due gare in caso di parità di punteggio, dopo la gara di ritorno, per determinare la squadra vincente si tiene conto della differenza reti; verificandosi ulteriore parità verranno disputati due tempi supplementari di quindici minuti ciascuno ed a seguire, in caso di ulteriore parità, i calci di rigore)

Fonte – Tuttolegapro.com

Lascia un commento

7
Lascia un commento

Please Login to comment
7 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
2 Comment authors
VittorioFrax Recent comment authors

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
nuovi vecchi più votati
Notifica di
Frax
Ospite
Frax

È passato un giorno ma la rabbia per la sconfitta di ieri non passa. Impossibile perdere una partita così (o meglio possibile, visto che ci era già successo in casa col Monopoli). Due squadre di due categorie differenti (anche i telecronisti erano imbarazzati a commentare la vittoria del Cosenza), un dominio costante, quasi umiliante su un campo allagato che ci sfavoriva enormemente, eppure… E non ce l’ho con l’arbitro, non ce l’ho con Agnelli e Iemmello che stanotte non avranno dormito, ce l’ho con la sfortuna che ci perseguita e sul destino che vuole farci soffrire fino all’ultimo, farci guadagnare… Leggi altro »

Frax
Ospite
Frax

È interessante (si fa per dire) anche valitare il loro rigore. Micale nelle precedenti occasioni si è sempre buttato alla sua sinistra. Nella “sfida” psicologica con l’attaccante ha pensato che il tiratore cambiasse angolo sicuro che ancora una volta si sarebbe buttato a sinistra. Gli è andata male. Ci è andata male. Ma visto che sbagliamo tanti rigori, da ex portiere, mi permetto di dare UN COMSIGLIO S DE ZERBI PER ILE ULTE DUE PARTITE E SOPRATTUTTO PER I PLAY OFF: UN RIGORE SI SEGNA SEMPRE SE SI TIRA “ABBASTANZA” ANGOLATO MA MENO FI UN METRO SOTTO LA TRAVERSA (MAI… Leggi altro »

Frax
Ospite
Frax

De Zerbi dovrebbe costruire due quadrati di legno 1 mt x 1 mt, montargli con lo spigolo superiore dall’incrocio dei pali a destra e sinistra della porta, ed allenare i calciatori a centrare la rete passando da quella “finestra”. E questo per ore d ore!!! I rigori sono quelli che possono far vincere o perdere una partita ma soprattutto in torneo come i Play Off!!!! Speriamo legga questo post, o ci abbiano già pensato da soli!!!!!!!

Frax
Ospite
Frax

Finisco tornando al concetto di Fortuna e Sfortuna: nel rigore “subito” Lamantia, sapendo che Micale si butta sempre alla sua sinistra (vedi per esempio rigore decisivo parato all’Akragas in coppa), ha rischiato pensando che questa volta avrebbe cambiato angolo (ragionamento purtroppo contrario a quello fatto dal povero Micale) e ha segnato. Al contrario Iemmello ha mantenuto il solito angolo pensando che Perina credesse che questa volta avrebbe cambiato, tirando alla sua sinistra. Perina ha rischiato e si è ributtato a destra, e ha parato (per non dire del culo che ha avuto sulla ribattuta). Questa è la “psicologia dei calci… Leggi altro »

Vittorio
Ospite
Vittorio

Sui rigori battuti dal foggia io credo che i problemi siano due….onestamente per me il rigore rasoterra va bene(Ronaldo ne tira milioni cosi).se miri l’angolino il portiere non ci arriva perché’ nella spinta si inarca e quindi riesce a parere le palle a mezz’aria,non e’ un tronco e quindi e’ difficilissimo coprire un tiro rasoterra…quelli all’incrocio ovviamente sono i migliori ma sono anche rischiosi.l.ma e’ un’altra la cosa che non capisco!senza dover scomodare balotelli che li segna tutti(e si sa perché),ormai il 99% dei rigoristi arrivano sul punto di battuta!fanno una piccolissima finta e quando il portiere si butta tirano… Leggi altro »

Vittorio
Ospite
Vittorio

Scusate mi permetto un ultimo appunto….ormai lo sanno in Alaska che iemmello i rigori li. Tira tutti alla sua sinistra!!!6 su 6….se li tiri all’incrocio ok,ma se no,cambia lato pietro!io gia’ sapevo che ti senti più’ a tuo agio evidentemente,ma si deve cambiare ogni tanto,i portieri i video se li guardano!ero sicuro tirassi ancora di la’ purtroppo,non hai mai cambiato:(

Frax
Ospite
Frax

Vittorio hai ragione, ma i tiri rasoterra all’angolino è molto facile mandarli fuori o sul palo (guatda quante volte succede). Quanto al fermarsi prima di tirare il rigore il bello è che IEMMELLO SI FERMA, COME TUTTI (guarda i filmati)PERÓ TIRA SEMPRE A SINISTRA!!! INCREDIBILE!!! Non voglio e non dobbiamo tirargli la croce addosso. Ci ha fatto vincere tante partite e tanti punti insperati! È un grande attaccante ma non sa battere i rigori, tutto qua. Capitava a grandi goleador del passato come Prati ed Anastasi, per esempio. Credo solo che De Zerbi stia sottovalutando questo problema perchè di rigori… Leggi altro »