Benevento, Auteri: “Altri parlavano, noi abbiamo fatto risultati”

auteri
Reading Time: 2 minutes

Ancora una promozione in carriera per Gaetano Auteri, l’allenatore del Benevento, dopo quelle ottenute con la Nocerina (dalla Lega Pro alla B), con il Siracusa e con l’Igea Virtus (entrambe dalla D alla C2), e con il Gallipoli (dalla C2 alla C1), quindi quella con i giallorossi è la quinta promozione in carriera per il tecnico siciliano. Intervistato da TuttoMercatoWeb.com Auteri ripercorre quelle che sono state le tappe più significative dell’annata calcistica 2015-2016, senza risparmiare qualche frecciata verso chi aveva criticato i giallorossi.
“E’ stata una stagione bella e importante, ma la partita di sabato non è che ha deciso il campionato: ci ha dato la matematica, ma è tutto il percorso che è stato importante. Avevamo cominciato praticamente da zero e siamo cresciuti in maniera esponenziale. Abbiamo giocato sempre delle partite ottime, anche quando inizialmente il gruppo non era perfettamente omogeneo: alcuni giocatori dovevano recuperare dal punto di vista fisico, le nostre prestazioni sono state sempre importanti, e quando vinci meritando e giocando un ottimo calcio la squadra acquisisce consapevolezza. Non c’è stata una partita in particolare”.

Il Benevento ha giocato meglio nel girone di ritorno rispetto all’andata. E’ d’accordo su questo?
“Bisognava recuperare bene dei giocatori che l’anno prima avevano avuto problemi fisici, siamo partiti un po’ in sordina per tutta una serie di motivi, ma noi giochiamo sempre per cercare di vincere, questo appartiene al DNA delle mie squadre”.

Mentre gli altri polemizzavano, il Benevento ha cercato di fare risultati e li ha ottenuti.
“Su questo non c’è dubbio, siamo stati tirati in ballo in un modo improprio e scorretto. Ci hanno mancato di rispetto. Per me quelli che ci hanno tirato in ballo si sono comportati come bambini dell’asilo, li definisco così, ma ci sono stati anche dei colleghi che ci hanno mancato di rispetto, dicendoci di tutto e di più, e su loro stessi hanno nascosto anche le realtà vere, perché ad esempio credo che il Foggia, che ha una grande tifoseria alle spalle e una società seria (e finalmente ha una grande società, perché il patron Sannella è una persona corretta), partiva da un’annata di lavoro con la stessa squadra, e invece di crescere ha fallito. Per la prima volta manco volutamente di rispetto a un ‘bambino dell’asilo’ di cui non voglio fare neanche il nome…”

Il suo futuro sarà a Benevento?
“Adesso non è il momento per dirlo: dovremo giocare ancora un’altra partita, siamo ancora qui, ma Benevento è una piazza importante”.

Fonte – Tuttomercatoweb.com

Lascia un commento
Subscribe
Notifica di

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

11 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
TEK
TEK
4 Anni fa

Carissimo Gaetanello ma ti rendi conto delle cazzate che dici e con quale rabbia le esponi. Ma che cavolo vuoi dopo che la tua promozione è stata costellata di rigori inesistenti grazie al nuovo Michael Phelps, ovvero Ciciretti uomo di onore, e dopo che il 6 a 0, che è sotto l’occhio della giustizia, ha ancora molto da dire…..non è vero Furbacchiotto!!!! E se dovessimo raggiungerti in serie B sei pronto a chiedere scusa a De Zerbi per il disonore che mostri dal punto di vista etico e sportivo. Se eri in silenzio avresti fatto miglior figura davanti a tutti… Leggi altro »

Vittorio
Vittorio
4 Anni fa

Aggiungo anche che ho trovato ridicolo il video dei festeggiamenti nello spogliatoio dopo la gara col lecce….invece di pensare alla vittoria…cori contro il foggia..contro de zerbi e pro cerignola???ma seri???immagino siano stati suggeriti da auteri,che definisce de zerbi un bambino,ma a quanto pare mostra molto meno della cmq giovanissima eat’ del nostro mister…oppure vi stavate cagando sotto ed e’ stata una liberazione vincere un campionato dove sapevate di essere inferiori al foggia?beh in entrambi i casi io aspetto la giustizia sportiva…magari l’anno prossimo i canti a favore del cerignola potete fargli direttamente allo stadio 😉

Ludovico
Ludovico
4 Anni fa

E’ chiaro che se Auteri trova sempre il modo di parlare del Foggia, del suo mister e della società, dà continuamente l’impressione di avere il sassolino nella scarpa e di non riuscire a toglierselo….
Se vinci il campionato, ammesso che lo omologhino, statti contento e comportati da “signore” riconoscendo solo i meriti della tua squadra, senza andare a cercare paragoni o punzecchiature di sorta…
E poi ricordati che c’è sempre la giustizia sportiva, come Il Teramo l’anno scorso ha duramente sperimentato sulla sua pelle.

Mauro
Mauro
4 Anni fa

Auteri figlio di tanti padri e di madre ignota, la storia ci dice che a Nocera avete comprato e corrotto mezzo mondo così come ha fatto il Benevento quest’anno e guarda caso sempre tu in Panchina. Tu sei il garante e la faccia pulita, si fa per dire perché a guardarti fai schifo ai rospi, dei delinquenti e faccendieri che falsano e comprano i campionati e tu sei sempre in mezzo a ste storie. Falla finita e togliti dalle palle vecchio cialtrone di terza serie.

Frax
Frax
4 Anni fa

Volevo fare un po’ di chiarezza a tutti quelli che guardano questi Play Off come un insuccesso del Foggia che avrebbe “buttato via” il campionato che, invece (nonostante l’antipatia di Auteri) ha vinto meritatamente (salvo illeciti cheve issero fuori). Partiamo dalla nostra vittoria a Melfi che ci aveva portati “soli” in testa alla classifica. Abbiamo fatto 13 partite perdendo 4 volte, pareggiando 1 volta (col Matera che ha fermato tutte le prime, Benevento compreso) ed 8 vittorie. Ora, a Lecce ci stava di perdere e ad Andria, Messina e Cosenza a remmo potuto fare massimo 7 punti (non siamo il… Leggi altro »

ciammaruca78
ciammaruca78
4 Anni fa

[quote name=”Francesco stellacci”]Volevo fare un po’ di chiarezza a tutti quelli che guardano questi Play Off come un insuccesso del Foggia che avrebbe “buttato via” il campionato che, invece (nonostante l’antipatia di Auteri) ha vinto meritatamente (salvo illeciti cheve issero fuori). Partiamo dalla nostra vittoria a Melfi che ci aveva portati “soli” in testa alla classifica. Abbiamo fatto 13 partite perdendo 4 volte, pareggiando 1 volta (col Matera che ha fermato tutte le prime, Benevento compreso) ed 8 vittorie. Ora, a Lecce ci stava di perdere e ad Andria, Messina e Cosenza a remmo potuto fare massimo 7 punti (non… Leggi altro »

archiloco
archiloco
4 Anni fa

…a commento dei cori dei giocatori in mutande che indicando le parti basse sostengono che i foggiani “volevano vincere.. se so attaccati al…xxo se so..”:
Cori in mutande e becero schiamazzo
compiacetevi pur dello sghignazzo
noi ci “attacchiamo” alla lotteria
degli spareggi e allo Zaccheria:
ma quest’anno sarà tutt’altro andazzo
e più gioioso ancor sarà il sollazzo.
Onore a Voi per la cadetteria
l’onere a noi di farvi compagnia!

Frax
Frax
4 Anni fa

Peró, che poesia in rima baciata. Manca però, a maggior chiarimento, che se i Play Off dovessimo vincere, l’anno prossimo saremo il loro tormento!!!

Frax
Frax
4 Anni fa

Ma a perte le poesie penso che quei festeggiamenti, se volevano schernirci e danneggiarci, alla fine ci faranno gioco, perchè, come gli abbiamo visti tutti, gli hanno visti anche i nostri calciatori!!! Pensate con quale “rabbia giocherà adesso i Play Off uno come Vacca, solo per avere la soddisfazione di “ricambiare” il favore dopo una nostra prozione in B!!!

Frax
Frax
4 Anni fa

Comunque resta il fatto che questo comportamento volgare ed offensivo di questi “pseudo” professionisti porterà inevitabilmente al risultato che mai più un tifoso del Benevento metterà mai più piede allo Zaccheria (in qualsiasi serie), così come il contrario. Una sconfitta per la civiltà e per lo sport considerando che fino a poco tempo fa le tifoserie di rispettavsno e che Benevento ed i Beneventani sono “i migliori” tra tutte città e le tifoserie della Campania (vedrete sabato a Castellammare che accoglienza ci aspetta…).

Ludovico
Ludovico
4 Anni fa

Voglio proprio vedere cosa avrà da dire questo signore se dovessero emergere delle circostanze oggettive sulla questione del sodalizio societario tra Benevento e Caserta….
Ma quante risate ci dobbiamo fare ?