Iannini: “Foggia e Lecce non hanno niente più di noi”

Tempo di lettura: 2 minuti

Lunga intervista di Gaetano Iannini al Corriere dello Sport, durante la quale il capitano del Matera annuncia anche l’imminente rinnovo con la società di patron Columella: “Oggi rinnovo, per un anno, il mio contratto con il Matera” annuncia il centrocampista napoletano. Una notizia che di certo farà felice tutti i sostenitori biancazzurri, che hanno dimostrato al proprio capitano un attaccamento d’altri tempi, quando si vociferava di un suo addio alla Città dei Sassi. 100 presenze con la stessa maglia, però, non si fanno mica tutti i giorni: “E’ un traguardo importante a livello personale. Fare 100 partite con la stessa maglia vuol dire avere un grande attaccamento alla società. Qui a Matera ho avuto tre grandi allenatori, a loro ci sono legato. Auteri l’ho avuto anche a Nocera, così come Padalino e con quest’ultimo siamo grandi amici perché è una persona splendida. A livello tattico il primo è amante delle verticalizzazioni e del pressing alto e mi ha dato una buona mentalità e quel qualcosa in più per fare campionati importanti, mentre il secondo punta tutto sul possesso palla. Però, per questioni affettive, sono legato a Vincenzo Cosco. Per lui, che mi ha voluto fortemente a Matera, ho un affetto che va oltre il calcio. La sua perdita per me è stato un momento molto brutto”.

Matera che ha iniziato la nuova stagione con 4 vittorie e 2 pareggi, questi ultimi arrivati dopo aver dominato le partite contro Catania e Taranto. Domenica, tra l’altro, c’è il big match contro il Foggia, non decisivo ai fini dell’obiettivo da perseguire ma importante per lanciare un segnale alle dirette concorrenti: “E’ presto per dire a che punto siamo. Possiamo arrivare primi, come terzi o secondi. Non si può dire quando hai ancora 33 partite da giocare. Ce la giocheremo fino all’ultimo, ma come si dice: solo una ride e le altre piangono. Foggia e Lecce non hanno niente in più di noi, facciamo un bel gioco e abbiamo dei giocatori di grande qualità. Sicuramente sono due ottime compagini e a loro va grande rispetto. Che vinca il migliore”. A 33 anni, qual’è l’obiettivo futuro di Iannini? “Io mi sento molto bene e in campo rispondo in maniera positiva, fino a quando ho questa forma fisica non so quando mi ritirerò. In carriera ho visto “vecchi” a 25 anni e “giovincelli” a 36. Finché c’è voglia ed entusiasmo di mettermi in gioco, scenderò ancora in campo. In futuro mi piacerebbe molto fare l’allenatore”. Magari proprio del Matera, in categorie superiori. Chissà, il calcio è in grado di regalare emozioni anche tramite certe storie. Chiedere a Gaetano Iannini: “Qui a Matera ho i ricordi più belli della mia carriera. Indelebile la vittoria del campionato di tre anni fa e la promozione in Lega Pro”. Sperando di vivere altri momenti magici, ancora più indelebili.

Fonte – Matera.iamcalcio.it

Lascia un commento

1
Lascia un commento

Please Login to comment
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Massimo Recent comment authors

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
nuovi vecchi più votati
Notifica di
Massimo
Membro
Massimo

Iannini, me fa ù piacer. Vatt KURK da mò e fine a Lunedì. Ma che juc a fà….